Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ars: sessione Bilancio con 400 emendamenti
di Raffaella Pessina

Santi Formica, ieri mattina ha presiduto un’aula molto turbolenta. L’opposizione ha lamentato l’omissione delle previsioni ‘08

Tags: Bilancio, Ars, Michele Cimino, Antonello Cracolici, Santi Formica



PALERMO - È cominciata la maratona per la approvazione del Bilancio della Regione. A partire da ieri mattina il Parlamento si è riunito a Palazzo dei Normanni per esaminare i ben 400 emendamenti presentati ai documenti finanziari. La trattazione di ciascuno di essi impegna diverso tempo prezioso che fa avvicinare sempre di più la scadenza del 30 aprile, data della fine dell’esercizio provvisorio. La discussione generale sui documenti finanziari si era conclusa a Sala d’Ercole nella seduta di venerdì 24 aprile scorso. Nella mattinata di ieri invece sono stati approvati i capitoli relativi a quasi tutte le rubriche (agricoltura e famiglia, industria, lavori pubblici, lavoro, bei culturali, ecc). Al momento in cui scriviamo è ancora aperta la trattazione degli emendamenti.

L’opposizione, riguardo a questo argomento, ha fatto notare come non è stato presentato un documento di bilancio in cui si evidenziano le previsioni dell’anno precedente (2008) per comprendere l’evoluzione dei vari capitoli di spesa ed eventualmente modificare gli emendamenti. Nello specifico il capogruppo del Pd, Antonello Cracolici, si riferiva agli aumenti per il 2009 al finanziamento dell’Istituto Zooprofilattico, quando invece la Regione si trova in grave crisi finanziaria, come da lui stesso affermato.

Nel frattempo l’assessore al bilancio Michele Cimino ha dato la propria disponibilità ad accogliere eventuali suggerimenti dalle organizzazioni sindacali sui contenuti della manovra finanziaria e di bilancio ed ha auspicato che il disegno di legge anticrisi  possa essere esaminato ed approvato subito dopo il sì a bilancio e finanziaria. In questo disegno di legge  sono previsti interventi per 125 milioni di euro. La trattazione degli emendamenti è stata comunque molto farraginosa poiché in diversi casi gli emendamenti presentati si sono dimostrati inutili: le richieste di finanziamento per i vari capitoli infatti erano già state inserite in sede di redazione di bilancio e finanziaria in commissione bilancio. L’assessore al bilancio Cimino, presente in Aula è intervenuto più volte per spiegare in quali capitoli di spesa erano stanziati. La difficoltà nasce dal fatto che esistono diversi documenti finanziari all’attenzione di Governo e Parlamento: bilancio 2009, Bilancio triennale 2009/2011, finanziaria, disegno di legge sulle misure anticrisi, e somme da impegnare con i fondi Fas, ancora non pervenuti dallo Stato alla Regione. Momenti di tensione si sono verificati nell’arco dell’intera mattinata, presieduta da Santi Formica che ha faticato non poco a tenere tranquilla l’Aula.

Articolo pubblicato il 28 aprile 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Santi Formica
Santi Formica