Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Tondo Gioeni, slittano i tempi. Intanto è caos circonvallazione
di Desirée Miranda

L’assessore Giorgianni: “Speriamo di consegnarlo entro l’anno”

Tags: Catania, Tondo Gioeni



CATANIA (12 ott) - Proseguono i disagi per gli automobilisti catanesi. Ieri sera, il Comune ha fatto sapere che il tratto di rotatoria della Circonvallazione aperto martedì si è dovuto richiudere per ragioni di sicurezza, evidenziate dalle rilevazioni effettuate dalle strumentazioni tecniche della ditta appaltante.

“Nel contempo – si legge nella nota dell’Amministrazione - la ditta si sta prodigando per effettuare degli interventi strutturali lungo il tratto di circonvallazione che accede alla rotatoria per fare meglio defluire il traffico. L'assessore D'Agata ha anche chiesto alla ditta, qualora la situazione perduri con l'obbligata chiusura del tratto di rotatoria, di realizzare ex novo al centro della rotatoria stessa, un'altra bretella di collegamento per snellire regolarmente il flusso dei veicoli. La situazione viene costantemente monitorata dai vertici dell'Ufficio Traffico Urbano e dal presidio costante di Polizia Municipale”.

 
CATANIA (11 ott) - “Probabilmente ci sarà uno slittamento dei tempi, ma i lavori continuano”. Parla così il neo assessore ai lavori pubblici del Comune di Catania, Michele Giorgianni, a proposito della situazione del tondo Gioeni. A quatto anni di distanza dall’abbattimento del vecchio ponte non si ha ancora un’alternativa alla viabilità che, puntualmente, rimane bloccata alla Circonvallazione. Vuoi per la mancanza del ponte e i conseguenti lavori in questa zona, vuoi per i lavori per la metropolitana in direzione Nesima, in questi mesi si sono scritti i peggiori numeri relativi al traffico cittadino, registrando file e ingorghi per ore e chilometri. Una situazione che ora appare ulteriormente aggravata dal rischio di crolli segnalato all’altezza della rotonda di Nesima.

Dall’amministrazione predicano pazienza e comunicano che i lavori sono ormai alle fase conclusive e “speriamo entro l’anno di potere consegnare il tondo Gioeni alla città”.

I lavori erano stati dichiarati a buon punto già a luglio dal sindaco Enzo Bianco dopo un sopralluogo insieme a tecnici e assessori. Già allora sono stati annunciati, lungo il viale Andrea Doria, verifiche e spostamenti dei sottoservizi in corso, la completa ricostruzione e rafforzamento dell’armatura in ferro e la realizzazione delle fondamenta delle strutture verticali della parete, con la posa di reti metalliche che sosterranno l’impianto a verde.

Erano in corso di completamento e adesso sarebbero invece pronti l’interramento della vasca di raccolta e del locale per le pompe delle fontane e, in via Albertone, esattamente sopra il muro del viale Doria, un sistema di caditoie, tra cui una a nastro, per la captazione e la regimentazione delle acque piovane, che giungeranno alla condotta fognaria attraverso una colonna di scarico.

A completamento del tutto si dovrebbe avere una migliore situazione per quanto riguarda la regimentazione delle acque piovane che trasformano via Etnea in un fiume, anche se molti disagi si sono creati nei giorni di pioggia della scorsa settimana quando in teoria i lavori effettuati avrebbero dovuto offrire un’altra situazione. Non solo. Secondo il primo cittadino di Catania migliorie si aspettano anche per la situazione del traffico veicolare grazie soprattutto ai lavori in via Castorina. Se però non si conosce esattamente la data di consegna delle opere al tondo Gioeni ancora meno si sa per quelli di via Castorina che devono attendere un nuovo bando per essere completate e consegnate alla città.

“Parliamo ancora in via ufficiosa perché la ditta non ha ancora presentato la richiesta di proroga e da un punto di vista giuridico amministrativo può farlo anche l’ultimo giorno - spiega l’assessore ai lavori pubblici del comune di Catania Michele Giorgianni -. Fatta la richiesta poi, valuteremo se concederla e basta oppure se è il caso di applicare sanzioni perché si è dovuto affrontare un problema di sottoservizi. Diverso è il caso di via Castorina dove la prima tranche dei lavori è stata completata e praticamente la strada c’è già - aggiunge -, ma occorre un nuovo bando per mettere in sicurezza il costone, mettere l’illuminazione e i marciapiedi, come richiesto dai cittadini. Speriamo che non ci siano troppe richieste come accaduto negli ultimi bandi e che nessuno faccia ricorso così da procedere celermente”. Al momento il tratto è transennato con dei pali con cemento perché molti automobilisti hanno spostato le barriere mobili pur di passare.

Articolo pubblicato il 12 ottobre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus