Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Siracusa - Arrivano le dimissioni del sindaco di Priolo
di Redazione

Antonello Rizza, arrestato sabato per truffa, rimane però candidato all’Ars

Tags: Antonello Rizza, Priolo, Elezioni



PRIOLO (SR) – Stop all’attività amministrativa come sindaco, ma nessuna rinuncia alla corsa ad un seggio all’Ars. Il sindaco Antonello Rizza - arrestato sabato scorso con l’accusa di truffa, tentata truffa e turbativa d’asta nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Siracusa sulla gestione di appalti al Comune di Priolo - ha rassegnato le proprie dimissioni da primo cittadino, ma non sembra intenzionato a ritirare la propria candidatura alle regionali nella lista di Forza Italia.

Ha fare il punto sulla situazione, nella giornata di ieri, ci ha pensato il legale di Rizza, Domenico Mignosa, il quale ha detto chiaramente che il suo assistito non intende ritirarsi dalla corsa per la conquista di un seggio all'Ars. Rizza, che ha altri quattro procedimenti giudiziari con 22 capi d'imputazione, ha chiesto di essere sottoposto al più presto a interrogatorio da parte del Gip di Siracusa.

Attualmente, come accettano, l’ormai ex sindaco di Priolo si trova agli arresti domiciliari e ha motivato la decisione di dimettersi dalla carica con la necessità di svolgere la campagna elettorale per le regionali senza limitazioni. Dimettendosi, infatti, verrebbero meno le esigenze cautelari. Anche per questo motivo ha sollecitato di potere chiarire la propria posizione davanti al Gip.

Intanto, sempre nella giornata di ieri, il prefetto di Siracusa ha dichiarato Rizza sospeso di diritto dalla carica di sindaco. “La sospensione di diritto – hanno spiegato dagli uffici del prefetto - è prevista dalla legge Severino”.

Non si è fatta attendere, anche in questo caso, la presa di posizione di un altro legale di Rizza, Tommaso Tamburino, il quale ha evidenziato come “la sospensione dall’incarico disposta dal prefetto di Siracusa è un atto dovuto, ma temporaneo. Decade nel momento in cui viene annullata l’ordinanza cautelare e la persona sospesa ritorna automaticamente a essere primo cittadino. Le dimissioni di Antonello Rizza da sindaco sono invece definitive e irrevocabili, e hanno quindi una valenza giuridica e sostanziale maggiore”.

Articolo pubblicato il 17 ottobre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus