Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Confindustria chiede un confronto sul bando
di Michele Giuliano

L’associazione degli industriali evidenzia sproporzioni nella ripartizione. La regione Lazio costretta a ritirarlo per gli stessi motivi



La Regione Lazio è stata costretta a ritirare il bando emanato proprio sul piano di informazione e pubblicità dei fondi del Por per la ripartizione poco chiara dei fondi nei vari macrointerventi.
La Regione Sicilia quindi rischia di andare verso l’annullamento anche per evitare eventuali problemi di natura burocratica e amministrativa in futuro.

Confindustria Sicilia intanto chiede un confronto al governo siciliano perché vuole capire quali sono stati i criteri per la ripartizione dei fondi. “Appare abbastanza evidente a tutti – afferma Giovanni Catalano, direttore di Confindustria Sicilia – che alcuni criteri non appaiono a prima vista molto chiari. Ad esempio un milione di euro per la costruzione di un sito web è una cifra apparentemente sproporzionata. Ci sono troppe criticità che vanno quantomeno chiarite, a nostro avviso. Ecco perché abbiamo chiesto alla Regione un incontro per capire per l’appunto quali sono stati questi criteri seguiti”.

L’associazione degli industriali ci tiene a chiarire che non ha chiesto alcun ritiro del bando: “Non sappiamo se la Regione – aggiunge Catalano – riterrà opportuno prendere lo stesso provvedimento che ha preso il Lazio. Noi intanto vogliamo un confronto per capire qual è la linea scelta. Può darsi che l’amministrazione siciliana abbia dei validi motivi nell’aver disposto in questo modo i macrointerventi e che apparentemente non risaltano ai nostri occhi. Se poi il governo di Palazzo d’Orleans crede che sia assolutamente lineare la strada intrapresa è legittimo che vada avanti. Ma almeno ci aspettiamo una motivazione rispetto ai provvedimenti intrapresi”.

Articolo pubblicato il 28 aprile 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Tre mln per 1 portale e 14 convegni - Informazione. Una “oscenità pubblica” il piano di comunicazione.
    Senza criterio. Il dipartimento Formazione professionale ha emanato, a firma del dirigente generale Patrizia Monterosso, un bando di comunicazione e pubblicità relativo al Por 2007/2013 “scriteriato”.
    Le cifre. Un milione di euro per realizzare un portale Internet, 1.800.000 euro per organizzare due convegni e 12 incontri e solo 35.000 euro l’anno per iniziative informative sui mass media. (28 aprile 2009)
  • Mezzi inadeguati. Gli obiettivi da raggiungere con la comunicazione - (28 aprile 2009)
  • “Massima trasparenza nellÂ’impiego delle risorse” - La dirigente Monterosso, che ha firmato il bando, si difende. Coerente anche lo stanziamento di 1 mln per il portale web (28 aprile 2009)
  • Confindustria chiede un confronto sul bando - L’associazione degli industriali evidenzia sproporzioni nella ripartizione. La regione Lazio costretta a ritirarlo per gli stessi motivi (28 aprile 2009)


comments powered by Disqus
Giovanni Catalano, direttore di Confindustria Sicilia
Giovanni Catalano, direttore di Confindustria Sicilia