Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Alla scoperta di un'insolita Liguria, borghi medievali e marinari e musei open air
di Nicoletta Fontana

Protagonista indiscussa anche la cucina tipica: le olive di Taggia, le zucchine trombetta e gli asparagi viola di Albenga

Tags: Liguria



La stagione dei bagni e delle giornate affollate sotto gli ombrelloni è finita. Finalmente i veri viaggiatori possono passeggiare nelle silenziose colline ricoperte di ulivi centenari, tra i borghi antichi e scoprire sapori autentici.

Il territorio sopra Alassio può riservare sorprese inaspettate: Cervo è una terrazza sul mare, con in cima alla collina la chiesa di San Giovanni Battista, gioiello del barocco ligure, le case colorate, gli alti archi, i saliscendi e i palazzi cinquecenteschi. E poi le trattorie con cucina locale, le botteghe di artisti e artigiani che espongono ceramiche e oggetti in corallo, cuoio e vetro.

Il castello dei Duchi di Clavesana ospita mostre d’arte, all’interno si trova il Museo etnografico del ponente ligure con la mostra permanente sulla donna ligure dell’800, mentre in un vecchio gumbu (frantoio) si può visitare il Museo dell’olio.

Laigueglia è invece un piccolo borgo marinaro con la piazzetta che arriva sulla spiaggia e i pescatori che in tutte le stagioni aggiustano le reti. Da qui parte il Nordic Walking Park, percorso di sei itinerari con diverse difficoltà, adatte a principianti ed esperti, e i tracciati per bike, uno ad anello parte da via Monaco scende verso il Castello di Andora e si ricongiunge con Laigueglia attraverso l’entroterra di Albenga e di Alassio.

Una passeggiata, in salita, porta a Colla Micheri, un piccolo borgo medievale, lungo il tracciato dell’antica via romana Julia Augusta, dove ha vissuto Thor Heyerdahl, un norvegese che si innamorò del paesino abbandonato, restaurò le case cadenti e diede una nuova vita al borgo. Una pausa all’Osteria Colla Micheri permette di assaggiare i piatti tipici, di mare e di terra, cioè focacce liguri, torte di verdure, frittate di zucchine trombetta, alici fritte e ovviamente le trofie con patate e fagioli al pesto o al sugo di noci, accompagnati con i vini a chilometro zero delle Cantine Praiè di Colla Micheri. 

Da non perdere anche l’antico borgo medievale di Pieve di Teco, con i portici ogivali del ‘400 ed il teatro Salvini, forse più piccolo del mondo, e poi Colle Di Nava che collega il Piemonte al mare della Liguria, famosa per i fortini sabaudi e per la coltivazione della lavanda Coldinava, usata nell’industria cosmetica. Altra meta, consigliata agli amanti dell’arte, è il Parco Museale Rainer Kriester a Vendone, sulle colline dell’entroterra di Albenga. È un museo permanente all’aperto con grandi opere in pietra di Finale dello scultore tedesco che visse per molti anni nel borgo savonese. Il comune di soli 500 abitanti è sull’itinerario “La strada del Vino e dell’Olio dalle Alpi al Mare” che attraversa vigneti e oliveti.

Lungo la strada si possono degustare i prodotti tipici: le zucchine trombetta e gli asparagi viola di Albenga, le olive di Taggia, le tome e i crotin delle valli del Col di Nava, gli oli evo e gli ottimi vini. In questo periodo, la Liguria celebra la zucca con piatti dolci e salati, durante feste e sagre di paese. Alla Festa della Zucca di Zuccarello (SV), prevista per domenica 5 novembre, si possono degustare prodotti tipici e numerose specialità  della tradizione culinaria ligure a base di zucca, come ad esempio la farinata di zucca, torte salate dal sapore dolce e delicato e calde zuppe color arancione.

La Meridiana Resort & Golf di Garlenda (SV) è in una posizione strategica per questo itinerario e assicura il massimo comfort. L’hotel, associato a Relais & Chateaux, ha 10 camere e 15 suite arredate con il mix equilibrato di antico e moderno, ed è a pochi metri dal Golf Club Garlenda un campo 18 buche. Per l’eccellenza nell’ospitalità e nei servizi, La Meridiana Resort & Golf è entrata a far parte di Virtuoso, il network leader del turismo d’élite, che da oltre 60 anni raggruppa le migliori strutture alberghiere di lusso al mondo.

Articolo pubblicato il 27 ottobre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus