Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ascoltare le aspirazioni dei ragazzi per preparare al meglio il loro futuro
di Redazione in collaborazione con Istituto De Felice-Olivetti

Percorsi formativi adeguati a necessità personali e territoriali



Nel processo di adeguamento del servizio alle necessità personali e territoriali, è fondamentale che la Scuola faccia emergere i bisogni formativi, così da curvare la propria offerta verso la migliore individualizzazione del percorso. Il primo passo da compiere è ascoltare le esigenze: a tal fine, a un campione di giovani, sono state proposte alcune domande e sintetizzate le risposte, da utilizzare per tarare meglio l’intervento di orientamento scolastico.
Perché sceglieresti l’indirizzo professionale “operatore del benessere”?
Perché è un indirizzo di studi innovativo, completo e mi consente di conseguire una qualifica, una specializzazione e un diploma prevedendo momenti di tirocinio e pratica professionale.
Quali opportunità didattiche e formative ti aspetti da questo indirizzo?
In primo luogo solide basi culturali e un’ottima istruzione formativa, garantite da validi percorsi di alternanza scuola-lavoro, impresa formativa simulata e stage, strumenti indispensabili per apprendere, in modo concreto ed immediato, una professione.
Il percorso “operatore del benessere” a quali settori si lega?
Si collega al settore del benessere e della medicina estetica, ma offre sbocchi lavorativi anche nell’ambiente cinematografico e dello spettacolo.
Rispetto ad altri corsi, l’indirizzo “operatore del benessere” prevede un’istruzione più completa?
Sì, a mio avviso, è un modello scolastico vincente, perché alle tradizionali ore di lezione si aggiungono ore di pratica estetica, di chimica e cosmetologia, anatomia e igiene. L’istruzione ordinaria si completa con una serie di incontri periodici in stretta collaborazione con professionisti e specialisti del settore, tra cui medici, dermatologi, chirurghi estetici ed osteopati.
Consiglieresti ad altri studenti questo corso di formazione ed istruzione professionale?
Indubbiamente sì, è il concetto stesso della parola “estetista” che cambia, si diventa veri specialisti del settore, allievi qualitativamente preparati e qualificati.
Secondo te, la chiave del successo di questo nuovo indirizzo scolastico è la passione?
Certamente, purché la passione sia condivisa da tutti: dirigente e personale scolastico, docenti e alunni. La collaborazione è il principale investimento per assicurare la riuscita di ogni nuovo progetto formativo.

Articolo pubblicato il 04 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus