Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il Comune di Catania dismette immobili, aste anche su internet
di Redazione

 Intesa con l'Associazione aste notarili, pubblicità diffusa a livello nazionale

Tags: Comune, Catania, Aste, Immobili



CATANIA - Presente anche il sindaco Enzo Bianco, il Comune di Catania ha formalizzato l'atto di intesa con l'Associazione aste notarili di Catania che consentirà di dismettere gli immobili comunali anche attraverso il web. Hanno firmato per l'Associazione il presidente Giuseppe Riggio e per il Comune il Direttore del Patrimonio Salvatore Trainiti. L'associazione si occuperà di acquisire i documenti dei beni da mettere all'asta per predisporre il Bando, poi definirà le date con il funzionario responsabile del procedimento.
 
La Giunta comunale negli ultimi giorni dello scorso mese di ottobre aveva dato mandato alla Direzione Patrimonio di indire le aste pubbliche del primo gruppo di immobili comunali seguendo i valori di stima della tabella inserita nella Delibera di Consiglio Comunale del 29 settembre dello scorso anno. Per accelerare la procedura, e quindi evitare tempi molto lunghi oltre che costi più alti, la Direzione Patrimonio aveva proposto la predisposizione dei bandi per le aste web. Suggerimento accolto dalla Giunta.
 
"In questo modo - ha commentato Bianco - le aste riguardanti i beni del Comune di Catania avranno la massima pubblicità anche a livello nazionale. Con un mercato che non appare particolarmente attivo, questo garantisce maggiori possibilità di successo per la vendita degli immobili".
 
"Nello scorso mese di aprile - ha spiegato Andò - il Consiglio Comunale ha approvato l'elenco di immobili da dismettere a integrazione del Piano del Patrimonio immobiliare del 2016 previsto dal Piano di riequilibrio finanziario. La Giunta ha quindi approvato un atto d'indirizzo che, utilizzando i precedenti valori di stima, consentisse di predisporre i bandi per le aste web e testare cosi' la risposta del mercato".

Articolo pubblicato il 07 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus