Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo e Catania, ecco gli onorevoli eletti all'Ars
di Redazione

Tags: Palermo, Catania, Regione, Ars, Eletti, Onorevoli, Deputati



Cambia la geografia politica all'Assemblea regionale siciliana e determinanti sono i principali collegi elettorali, le province di Palermo e Catania, che hanno espresso rispettivamente 16 e 13 deputati. Ecco come è cambiata la rappresentanza.
Nel capoluogo il dominus è il Movimento 5 stelle, capace di conquistare il 24,181% contro il 15,5% del 2012. Confermato con il M5S e 9.168 voti l’ex presidente della commissione Ambiente e Territorio Giampiero Trizzino, mentre tre seggi vanno a Salvatore Siragusa (6.141 voti), Luigi Sunseri (5.258) e Roberta Schillaci (4.241). Conferme per Forza Italia, con il 14,255% (contro il 13,1% di cinque anni fa) con tre seggi più un quarto occupato da Gianfranco Micciché, inserito nel listino del presidente Musumeci. Giuseppe Milazzo è il più votato del centrodestra nel collegio palermitano con 9.889 voti, seguito da Riccardo Savona (6.554) e Marianna Caronia (6.370), consigliera comunale del gruppo misto. 
Niente di fatto invece per Fabrizio Ferrara (Pd), Francesco Paolo Scarpinato (Ap) e Claudio Volante (Sicilia Futura, di Cardinale). L’unico seggio assegnato in provincia agli uomini di Cardinale è andato a Edy Tamajo, il migliore in assoluto nel collegio con 13.984 voti.
Nella lista di centrodestra “Idea Sicilia” (8,152%), Roberto Lagalla e Toto Cordaro sono stati scelti dallo stesso numero esatto di elettori: 8.170. In casa Udc (7,947%) ce la fanno Vincenzo Figuccia (9.281 voti), per Noi con Salvini - Fratelli d’Italia eletto Antonino Rizzotto (4.011) e per  “Diventerà bellissima”  Alessandro Aricò (9.046).
Nel centrosinistra, Giuseppe Lupo e Antonello Cracolici ottengono col Pd 9.551 e 7.560 preferenze. Il candidato governatore Claudio Fava raggiunge 3.430 voti.
 
A Catania volti nuovi e meno nuovi tra i 13 eletti: il record di preferenze è tutto per l'uscente Luca Sammartino (32.492 voti). Segue Anthony Barbagallo, assessore uscente della giunta Crocetta, con 14.228 voti, mentre Villari resta fuori. 
Confermati in Forza Italia il capogruppo Ars uscente Marco Falcone, eletto con 12.045 voti insieme all'ex sindaco di Belpasso Alfio Papale, che si attesta a 10.159 preferenze. Confermati anche tre dei quattro deputati eletti all’interno del Movimento 5 Stelle: di Gianina Ciancio (10.584 voti), Francesco Cappello (8.895 voti) e Angela Foti, che ha superato la quota 11 mila voti, oltre al volto nuovo, Josè Marano, con oltre 5962 preferenze.
Torna all'Ars poi Nicola D’Agostino, con Sicilia futura, 10.909 voti. 
Volti nuovi nel centrodestra: Pippo Compagnone, con oltre 5.000 voti, mentre Fratelli d’Italia e Lega piazzano Gaetano Galvagno, con 5.711 voti. Nella lista di Diventerà Bellissima prevale Giuseppe Zitelli, ex vice sindaco di Belpasso, con 6221 voti. In casa Udc la spunta Giovanni Bulla, ex sindaco di Adrano, con oltre 5.000 voti. Catanese anche l’unico eletto nella lista Cento passi per la Sicilia, il candidato presidente Claudio Fava. 
 
 

Articolo pubblicato il 07 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus