Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Come rilanciare l'Ippodromo di Palermo
di Redazione

 Massimo Rosso, segretario provinciale Slc Cigl del capoluogo, torna sulla necessità di valorizzare la struttura, che occupa 500 addetti tra diretto e indotto

Tags: Ippodromo, Palermo, Rilancio, Sindacati, Comune, Sport



PALERMO - "L'Ippodromo di Palermo è, senza ombra di dubbio, una realtà di assoluta rilevanza nell'ambito dello Sport e dello spettacolo sul territorio. La città, capitale Italiana della cultura 2018, non può fare a meno del suo Ippodromo che per importanza, contesto, storia, potenzialità e ubicazione merita una valorizzazione di primo piano. La Slc Cgil Palermo, in prima linea durante il difficile periodo della sospensione delle attività, è convinta che queste potenzialità possano essere sfruttate con un piano di sviluppo e di innovazione che punti a rilanciarlo".
 
Lo dice il segretario provinciale della Slc Cgil di Palermo, Maurizio Rosso, che riferendosi alla "profonda crisi del settore e al calo del 70% delle scommesse negli ultimi 6 anni e delle presenze del pubblico, e al rischio di chiusura di alcune strutture in Italia" è convinto che serve "un'attenta riflessione da parte di tutti quei soggetti pubblici a partire dal ministero delle Politiche agricole e forestali".
 
L'Ippodromo si trova nel parco urbano de La Favorita, secondo i dati del sindacato, che occupa circa 500 addetti tra impiegati, addetti ai lavori e indotto.
 
"Pensiamo - dice il sindacalista in una nota - che collaborazioni con il comune di Palermo per ospitare grandi eventi cittadini, collaborazioni con i teatri della città, attività correlate al mondo dei cavalli e all'ippoterapia, l'organizzazione di sfilate di moda, eventi, mostre e rassegne cinematografiche in un contesto paesaggistico di valore assoluto possano, oltre che scardinare l'idea stereotipata del frequentatore dell'Ippodromo, rilanciarne l'immagine e far diventare 'La Favorita' un polo attrattivo nell'ambito dello sport, della cultura, dello spettacolo e del turismo".

Articolo pubblicato il 20 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐