Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Realtà aumentata: le applicazioni tra videogiochi e apprendimento
di Redazione in collaborazione con Ellybee

L’evoluzione tecnologica a servizio dell’educazione



L’evoluzione digitale degli ultimi anni ha rivoluzionato il modo di trascorrere il tempo libero e le nostre passioni. Negli ultimi mesi si è sentito spesso parlare di realtà aumentata (RA), anche grazie all’enorme successo mediatico ottenuto dal gioco Pokémon Go, che ha appassionato milioni di utenti. La RA amplifica la nostra percezione sensoriale, o comunque è in grado di aggiungere qualche informazione al mondo che ci circonda.
L’industria del gaming non poteva certo lasciarsi sfuggire una possibilità del genere, e già dai primi anni 2000 sono spuntati fuori alcuni esperimenti di videogiochi basati sulla realtà aumentata: davanti agli occhi dell’utente compaiono armi e nemici, perfettamente integrati con l’ambiente circostante, evolvendo così il concetto tradizionale di gaming e rendendolo più coinvolgente.
I settori interessati dalla crescita delle tecnologie di realtà aumentata saranno quelli dei giochi, dell’intrattenimento, dell’educazione, della formazione e del lavoro, del turismo e del retail. In campo medico viene utilizzata per il trattamento di fobie, per valutare danni cerebrali, per il trattamento di disturbo da stress post-traumatico e anche per l’autismo.
In Italia ci sono già esperimenti di grande successo come quello promosso da Piero Angela e Paco Lanciano con il loro viaggio nei Fori Imperiali. La realtà aumentata rende più fruibili posti difficili da capire per i non esperti, come rovine e siti archeologici: grazie alle tecnologie digitali ti trovi immerso nell’Antica Roma. La RA ha una potenzialità enorme e permetterà di raccontare il nostro patrimonio storico artistico a tutti, di diffondere video e immagini attraverso i social network e catturare un nuovo pubblico di giovanissimi.
Siamo solo all’inizio, nel giro di pochissimo tempo ci saranno moltissime app che coinvolgeranno la RA in tutti i settori in un panorama economico globale sempre più competitivo.
Ellybee sfrutta questa nuova tecnologia attraverso un’app gratuita con la quale i bambini possono imparare la lingua inglese giocando e divertendosi. Un metodo interattivo e potenziato dalla combinazione della Realtà Aumentata con il libro cartaceo, ogni informazione è più potente e supera i limiti dell’apprendimento tradizionale. Anche in campo educational, Ellybee ha sperimentato presso istituti pubblici scolastici italiani, riscontrando notevole interesse e soprattutto migliori risultati in termini di apprendimento.
 
Andrea Tassone

Articolo pubblicato il 25 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus