Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Imprese agricole, 171.987.000 di euro dal Psr
di Giuseppe Bellia

Nella Gurs del 31 dicembre 2009, il decreto a firma del dirigente Barresi del dipartimento degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura. I fondi sono destinati alla ristrutturazione e ammodernamento delle aziende del comparto

Tags: Rosaria Barresi, Agricoltura



PALERMO – Pubblicato nella Gazzetta ufficiale di giovedì 31 dicembre 2009 il decreto a firma del dirigente generale del dipartimento regionale Interventi Strutturali per l’Agricoltura Rosaria Barresi dell’assessorato regionale Risorse Agricole e Alimentari.
La firma dello stesso, risale alla precedente struttura amministrativa regionale, l’allora dipartimento, faceva capo all’assessorato regionale Agricoltura e Foreste. La dotazione finanziaria per l’intero periodo è di 171.987.000 €.

Il decreto ha per oggetto le disposizioni attuative della misura 123 del Psr Sicilia 2007/2013, il cui obiettivo è l’ammodernamento e lo sviluppo di un sistema d’imprese competitivo, e in particolare la ristrutturazione e ammodernamento del sistema produttivo agro-industriale orientato al miglioramento del rendimento economico delle attività e al riposizionamento delle imprese sui mercati.

I soggetti beneficiari degli interventi sono le micro, le piccole e le medie imprese, così come definite dalla raccomandazione n. 2003/361/CE. Le aziende del comparto agricolo che intendono beneficiare della misura potranno accedere a degli aiuti che saranno erogati sotto forma di contributi in conto capitale; le modalità dell’aiuto sotto forma di contributo in conto interessi. L’ammontare dell’aiuto è pari al 50% del costo dell’investimento ammissibile. Secondo quanto impone il decreto sono ammissibili le seguenti spese: a) costruzione; b) acquisto o leasing con patto di acquisto di nuove macchine e attrezzature; c) le spese di trasporto e montaggio dei macchinari. d) spese generali così come previsto nelle “Disposizioni attuative e procedurali della misura a investimento”

La dimensione finanziaria massima dell’investimento complessivo ammesso a finanziamento per ciascuna impresa, nell’ambito della presente misura per il periodo 2007-2013 non potrà eccedere 10.000.000 € .
Per l’adesione al regime di sostegno dovrà essere presentata apposita istanza on line e cartacea con le modalità indicate nelle “Disposizioni attuative e procedurali” – Misure a investimento – Parte generale - Psr Sicilia 2007/2013. La domanda di aiuto cartacea, che è costituita dalla stampa della domanda di aiuto sottoscritta dal soggetto richiedente o dal legale rappresentante, con firma autenticata secondo la normativa vigente, deve essere presentata pena l’inammissibilità della stessa, presso la sede centrale dell’assessorato regionale Risorse Agricole e Alimentari, entro 10 giorni dalla presentazione on line.
 

 
Obblighi sui fondi. La prescrizione: nessuna modifica agli investimenti
 
PALERMO - Il beneficiario con la sottoscrizione della domanda si impegna, nei cinque anni successivi alla decisione di finanziamento dell’Autorità di gestione, ovvero a decorrere dalla data di adozione del provvedimento di concessione del contributo, a non apportare all’operazione d’investimento modifiche sostanziali che: alterino la natura o le condizioni di esecuzione o conferiscano; un indebito vantaggio ad una impresa o a un ente pubblico; siano conseguenza di un cambiamento dell’assetto proprietario ovvero della cessazione o della rilocalizzazione di un’attività produttiva; cambino la destinazione d’uso dei beni mobili ed immobili oggetto di finanziamento e/o comportino l’alienazione dei suddetti beni; non garantiscano il rispetto di requisiti comunitari di nuova introduzione ai sensi dell’art. 26 paragrafo 1, secondo comma, del reg. CE n. 1698/2005, entro 36 mesi dalla data in cui il nuovo requisito acquisisce efficacia vincolante nei confronti dell’azienda del richiedente, nel caso di investimenti relativi all’ammodernamento delle aziende agricole finalizzati al rispetto di tali requisiti.

Articolo pubblicato il 05 gennaio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐