Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

A Gela sequestrati 3000 mq di pattumiera a cielo aperto
di Redazione

In piena Riserva naturale del Biviere, l'area è zeppa di rifiuti speciali come teloni, polistirolo, penumatici e bombole 

Tags: Gela, Discarica, Rifiuti Speciali



GELA (CL) - Una discarica abusiva di rifiuti speciali è stata sequestrata dalla Guardia di finanza nelle campagne di Gela, su una superficie di tremila metri quadrati tra alcune serre di primaticci, all'interno della riserva naturale orientata del lago "Biviere". Le fiamme gialle stavano eseguendo accertamenti ispettivi di natura fiscale, con controlli sull'entità patrimoniale di un'azienda agricola, quando si sono imbattuti in tonnellate di rifiuti riconducibili, all'attività dei serricoltori.
 
E' stato trovato di tutto: dai teloni in plastica, alle vaschette in polistirolo dei vivai adibite all'alloggiamento delle specie vegetali da piantumazione, cassette in plastica per il confezionamento di prodotti ortofrutticoli, ma anche pneumatici fuori uso, strutture metalliche arrugginite e in disuso e bombole da saldatura vuote. I proprietari della discarica, che si trova a poche decine di metri dal mare, sono stati segnalati alla magistratura per "attività di gestione di rifiuti non autorizzata".
 
Con l'intervento dell'Arpa, si procederà ad un immediato campionamento dei rifiuti e del suolo per determinarne, rispettivamente il grado di pericolosità e di contaminazione, indispensabile alla messa in sicurezza del sito.

Articolo pubblicato il 30 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus