Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Scoprire l'alternanza scuola-lavoro e l'incontro fra didattica e impresa
di Redazione in collaborazione con Istituto De Felice-Olivetti

Gli stage permettono di acquisire conoscenze e competenze



I percorsi formativi in alternanza scuola-lavoro hanno l’obiettivo di guidare gli allievi ad avvicinarsi al mondo delle imprese, mediante il confronto con le opportunità offerte dall’economia regionale e nazionale, attraverso una specifica formazione culturale per radicare ruoli attivi in un contesto didattico fortemente partecipativo, spesso con tecnologie didattiche di e-learning.
 
La formazione prevede azioni di differente tipologia, ma in grado di integrarsi in una sequenza logica formativa e con l’attenzione rivolta alla conoscenza della lingua Inglese per favorire il dialogo culturale fuori dagli ambiti nazionali. La statuto formativo cura l’equilibrio fra contenuti teorici e più prettamente professionalizzanti, stimolando la capacità di apprendimento anche al di fuori dell’intervento didattico in senso stretto, mediante un approccio pluridisciplinare basato su “imparare attraverso il fare”, sia con l’impresa simulata che con lo stage in azienda.
 
La buona prassi porta a preferire stage della durata di 150 ore, un giusto equilibrio tra esperienza aziendale e scolastica, con la presenza di un tutor aziendale e di almeno due tutor della scuola; il numero di partecipanti è preferibile che non superari i 15 allievi, possibilmente suddivisi in più gruppi per attuare, alternativamente, lo stage in settori diversi dell’azienda.
 
Il tutor aziendale, oltre a guidare gli allievi nelle reali situazioni di lavoro, cura gli adempimenti amministrativi del periodo di stage ed il rilascio degli attestati con la certificazione delle competenze acquisite.
 
Gli stage valorizzano gli studenti attraverso l’acquisizione di conoscenze e competenze, spendibili per le future scelte universitarie o lavorative, nel campo aziendale e permettono di attuare una stretta collaborazione tra l’istituzione scuola ed una o più realtà operative del mondo del lavoro, anche in un contesto territoriale non locale.

Articolo pubblicato il 02 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus