Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Agrumi: gli imprenditori stanno abbandonando il campo
di Redazione

Gravissima crisi nel settore per via del virus Tristeza e della concorrenza internazionale. Il Distretto Agrumi di Sicilia chiede un incontro urgente al presidente Musumeci  

Tags: Agrumi, Agrumicoltura, Agricoltura, Arance, Limoni, Distretto Agrumi Di Sicilia, Musumeci, Argentati



PALERMO - Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, ha richiesto un incontro urgente al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e all'assessore regionale all'agricoltura, Edgardo Bandiera per la difficile campagna agrumicola. Quest'anno, a causa degli effetti del Tristeza virus e della concorrenza internazionale, c'e' pericolo di pesanti ricadute sul fronte dei prezzi degli agrumi siciliani.
 
Agrumi: imprenditori costretti a subire prezzi non adeguati
 
"La campagna agrumicola in corso, seppur solo all'inizio - dice Argentati - si sta prospettando molto complessa per la filiera siciliana e in particolar modo per gli imprenditori agricoli costretti a subire, nella maggior parte dei casi, prezzi non adeguati neanche a coprire i costi di produzione a causa di svariati ed altrettanto conosciuti problemi che devono essere affrontati con fermezza".
 
Il virus Tristeza ha danneggiato gli agrumeti
 
Altro problema posto sul tavolo dal distretto è quello del Tristeza virus e di altre fitopatie. "Nonostante le diverse richieste d'intervento alla Regione siciliana - prosegue la Argentati - e al ministero per le Politiche agricole, ad oggi molti imprenditori sono costretti ad abbandonare le proprie aziende a causa di mancanza di risorse necessarie al ripristino degli agrumeti danneggiati con ulteriori rischi di espansione delle malattie". 

Articolo pubblicato il 11 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐