Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Progetto da 10 milioni di euro per riqualificare Le Ciminiere
di Desirée Miranda

Si attende il decreto di finanziamento: prevista la ristrutturazione dell’immobile

Tags: Catania, Ciminiere



CATANIA - Un progetto da quasi 10 milioni di euro per la riqualificazione del Centro congressuale, espositivo e fieristico Le Ciminiere di Catania. Una riqualificazione considerata funzionale nel settore culturale-artistico o didattico che prevede la ristrutturazione dell’immobile e degli spazi spazi esterni. Si tratta di uno dei progetti finanziati tramite il bando della presidenza del Consiglio dei ministri relativo al programma di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, pubblicato sulla gazzetta ufficiale n.127 del primo giugno 2016.
 
A definire il concetto di periferie, dando in qualche modo una risposta a chi si domanda come sia possibile considerare periferia il complesso fieristico delle Ciminiere, è lo stesso bando al comma 2 dell’articolo 1: “Ai fini del presente decreto e del bando allegato, si considerano periferie le aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi”.
 
Non si conoscono i tempi di attuazione perché il progetto esecutivo non c’è ancora dato che il decreto di finanziamento, attualmente, prevede somme solo per i primi 24 progetti e, come si legge sulla determina dirigenziale n.3161 del 10 novembre 2017, nella graduatoria del “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”, approvata con decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 06.12.2016, i progetti proposti dalla Città metropolitana sono “alla posizione n.106”.
 
Tuttavia però, come si legge ancora sulla determina, va considerato che “con il medesimo decreto si dispone il finanziamento degli ulteriori progetti con le risorse che saranno successivamente disponibili”.
 
Inoltre con la Legge di bilancio 2017, art. 1, comma 140, si intendono assicurati i finanziamenti per “investimenti per la riqualificazione urbana e per la sicurezza delle periferie delle Città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia”.
 
L’articolo 1, comma 141, garantisce il “completo finanziamento dei progetti nell’ambito del Programma straordinario..., a seguito di specifica delibera del Cipe, a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione per il periodo di programmazione 2014-2020”.
Così, al fine di dare seguito alla fase esecutiva dei progetti dei singoli interventi presentati per il finanziamento, la Città metropolitana di Catania si è proceduto all’affidamento degli incarichi a personale interno all’Ente, tenendo conto delle attività progettuali già svolte. Stabilendo che il responsabile unico del procedimento per l’attività di project management sarà Leonardo Patti mentre i progettisti, rispettivamente, per le opere edili e il risanamento strutturale, Filippo Fantauzzo e Cosimo Pulvirenti.
 
La progettazione definitiva dovrà essere ultimata e trasmessa al R.u.d.p. entro 90 giorni continui dal ricevimento della determina di nomina dello scorso novembre e una volta avvenuto il finanziamento dell’opera, con successiva determinazione verrà quantificato l’incentivo previsto dal nuovo Regolamento, di cui al D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.

Articolo pubblicato il 13 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus