Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sparatoria in piazza Palestro, muore un giovane incensurato
di Redazione

Il 21enne si chiama Enzo Valenti, il padre fu arrestato nell'ambito dell'operazione antidroga "Atlantide". Al momento sarebbe però esclusa la pista della criminalità organizzata

Tags: Catania, Sparatoria, Piazza Palestro, Omicidio, Enzo Valenti



CATANIA - Un 21enne incensurato, Enzo Valenti, è stato ferito mortalmente con un colpo di pistola, che gli ha trapassato un braccio e si è fermato nell'addome, sparato la notte scorsa nella zona alta di piazza Palestro, quasi all'incrocio con via Palermo, a Catania.
 
Soccorso da alcuni passanti è stato condotto nell'ospedale Vittorio Emanuele dove è morto dopo il ricovero. I soccorritori hanno detto alla polizia di Stato di avere trovato il ferito in strada e di averlo trasportato d'urgenza in ospedale, ma di non avere assistito alla sparatoria.
 
Il padre del 21enne in passato è stato arrestato nell'ambito dell'operazione antidroga Atlantide. Ed è quello uno degli ambienti che la squadra mobile di Catania, che indaga, sta scandagliando nelle sue indagini.
 
La dinamica, un solo colpo esploso lateralmente, porterebbe a escludere il coinvolgimento della criminalità organizzata, e a fare credere maggiormente all'ipotesi di una lite o di una 'lezione' da dare a qualcuno.
 
Gli investigatori stanno interrogando familiari, amici e conoscenti di Enzo Valenti per ricostruire la personalità del 21enne e le sue ultime frequentazioni per dare un indirizzo preciso alle indagini. La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta per omicidio.

Articolo pubblicato il 20 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus