Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Differenziata, l'odissea senza fine per assegnare il servizio di raccolta
di Desirée Miranda

Possibile una nuova proroga. L’assessore D’Agata: “A giorni la gara”

Tags: Catania, Rifiuti, Raccolta Differenziata, Rosario D'agata



CATANIA - Catania dovrà ancora attendere per avere un servizio di raccolta differenziata unico per ogni quartiere e che posizioni la città tra le virtuose della differenziazione dei rifiuti. “Tra qualche giorno l’Urega pubblicherà la gara”, dichiara l’assessore al ramo del Comune di Catania, Rosario D’Agata. Purtroppo però, sono le stesse parole che aveva dichiarato al nostro giornale circa un mese fa senza che mai ci sia stato un seguito.
 
Abbiamo quindi chiesto spiegazioni, ma l’assessore all'ecologia di Catania parla di “normale interlocuzione tra noi, l’Anac e l'Urega”. “Prima mancava l’interlocuzione con l’Anac - spiega - adesso invece c'è stata e ha avallato pertanto abbiamo tutto in regola e tutto pronto. Adesso è tutto sotto la lente d’ingrandimento dell’Urega, ma non credo vi siano difficoltà, aspettiamo che facciano le loro valutazioni e poi pubblicheranno. Si tratta però di giorni o al massimo qualche settimana”, aggiunge D’Agata.
 
Ancora rimandato dunque il terzo tentativo di aggiudicare la gara che dovrebbe assegnare il servizio per i prossimi sette anni in tutta la città per un importo totale a base di gara, Iva esclusa, pari a trecento diciannove milioni, duecentomila cinquecentodieci euro e ventitre centesimi.
 
I primi due sono andati deserti a causa dei requisiti richiesti alle aziende, considerati troppo stringenti e poco incentivanti dalle aziende stesse e delle associazioni di categoria, mentre adesso, secondo quanto riferisce l’assessore D’Agata sono state effettuate “modifiche tecniche che dovrebbero fare superare eventuali questioni che sono state rappresentate”.
 
Una volta avviato il servizio in modo completo si dovranno fare i conti con la penuria di discariche della provincia, anche se come spiega ancora D’agata, “questo è un problema di tutti e 28 i comuni del bacino dell’area metropolitana e non conosco eventuali novità in merito”, dichiara.
 
In attesa di eventuali cambiamenti di cui non si sa né se arriveranno né quando, la situazione rimane com’è, con la proroga di affidamento a seguito di procedura negoziata a r.t.i. Senesi Spa - Eco.car. Srl.
In via temporanea doveva lavorare per 106 giorni, poi rinnovati per altri 106 con scadenza tra pochi giorni, alla fine del mese di dicembre.
 
La mancata aggiudicazione del bando settennale porterebbe probabilmente a ulteriore prolungamento dei termini considerando l'importanza del servizio che non può non essere espletato. Nessun aggiornamento inoltre, sulla diffusione dell’attuale differenziazione dei rifiuti in città che vede anche il supporto di Conai, il Consorzio nazionale imballaggi, con i cui volontari vengono svolti periodicamente incontri con i cittadini. Avanzata di step in step, non copre ancora tutto il territorio. “rimangono solo piccole zone”, dice Rosario D’agata “e non sappiamo ancora quando verranno coperte”, conclude.

Articolo pubblicato il 21 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus