Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La nuova Giunta attira lÂ’attenzione del Paese
di Raffaella Pessina

Domani il leader di Idv, Di Pietro, e lunedi Gianfranco Fini in Sicilia. Il vero banco di prova sarà la ripresa dei lavori in Aula

Tags: Antonio Di Pietro, Gianfranco Fini, Raffaele Lombardo, Ars, Enzo Abbinanti



PALERMO - Il Pdl mostra segnali di apertura nei confronti del Governo Lombardo per l’attuazione delle grandi riforme e in merito interviene il co-coordinatore  del partito in Sicilia Giuseppe Castiglione, il quale però aggiunge che “Lombardo parte con il piede sbagliato nominando un dirigente esterno in più rispetto agli otto previsti dalla legge. Verifichi il possesso dei requisiti da parte dei manager nominati”.

E in una nota Enzo Abbinanti, della segreteria regionale di Fp Cgil, chiede a Lombardo di abolire il ricorso al personale esterno “valorizzando le numerose professionalità che vanta la Regione riducendo drasticamente le poltrone di sottogoverno a partire dagli uffici di gabinetto” E aggiunge: “Il Lombardo-ter, per quello che riguarda l’amministrazione regionale, comincia proprio nel peggiore dei modi, in totale assenza di trasparenza per le procedure e i criteri che sono stati seguiti nelle nomine dei vertici burocratici e per l’assenza di direttive chiare nel riordino degli assessorati”.

Intanto il presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo a margine della commemorazione dell’uccisione di Piersanti Mattarella, ha dichiarato di credere nelle riforme e di aspettarsi ogni apporto, anche correttivo o modificativo da parte di alleati e non.  “Davanti a questa urgenza di riforme – ha detto Lombardo - credo che il concetto di maggioranza e opposizione vada radicalmente superato”.

A fine dicembre il Governatore ha compiuto un rimpasto nella giunta lasciando fuori gli assessori del Pdl e mantenendo quelli del Pdl-Sicilia che fa capo a Gianfranco Micciché. Il nuovo esecutivo può contare sul sostegno del Pd per il “varo delle riforme”.
Ma al di là delle dichiarazioni politiche, il banco di prova per le riforme sarà come di consueto l’Aula, i cui lavori riprenderanno la prossima settimana. Intanto oggi in Sicilia arriva il leader di Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, per una serie di iniziative, accompagnato da Fabio Giambrone e Leoluca Orlando. Lunedì prossimo invece arriverà a Palermo il Presidente della Camera Gianfranco Fini per presentare  suo  libro “Il Futuro della Libertà”. L’incontro è previsto al Castello Utveggio per le ore 16. Dalla questione sociale all’immigrazione e alla coesione nazionale; dalla crescita dell’Unione europea alla necessità di mettere di nuovo la persona al centro dei processi economici e politici. Per ognuno di questi temi Fini propone idee e spunti di riflessione che suscitano ogni giorno appassionati dibattiti.

Articolo pubblicato il 08 gennaio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus