Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Turismo congressuale, primi passi in Sicilia
di Michele Giuliano

Il Governo regionale verso l’istituzione di un tavolo tecnico per un confronto tra operatori e amministrazioni locali. Al ‘Sicilia Convention Bureau’ gli spunti: Ragusa, Agrigento e Palermo le città più in vista

Tags: Turismo, Turismo Congressuale



PALERMO - Come si muoverà il nuovo Governo regionale per sostenere il turismo? Il confronto con le parti interessate, operatori e amministrazioni locali, è il primo passo per avviare una strategia condivisa ed efficace, che porti a risultati concreti. I primi spunti al ‘Sicilia Convention Bureau’, in cui si è cominciato a parlare di programmazione e di un imminente piano d’azione per valorizzare il segmento e dare una spinta propulsiva all’immagine turistico-congressuale siciliana sul mercato internazionale attraverso una concertazione pubblico-privata gli obiettivi.
 
“Oggi più che mai è giunto il momento di creare un ponte tra il turismo degli eventi e gli altri segmenti turistici siciliani. Il neo assessore regionale al Turismo ha espresso una forte apertura per l’avvio di vari tavoli di confronto tra gli operatori siciliani e il Dipartimento Regionale al fine di tracciare un percorso condiviso di sviluppo attraverso il coordinamento operativo del Sicilia Convention Bureau”, dichiara Vincenzo Tumminello, presidente del Bureau siciliano, che raccoglie oltre 130 operatori siciliani di eccellenze turistiche aggregate dal Scb.
 
Altro momento importante di discussione e di incontro si terrà a Ragusa, dove sono attesi oltre un migliaio di giovani commercialisti dal 12 al 14 aprile 2018, per il congresso nazionale dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili. Ad annunciarlo è stato Michelangelo Aurnia, presidente dell’Ugdcec di Ragusa e Modica, insieme al sindaco di Modica, Ignazio Abbate, nell’ambito di un incontro svoltosi a Palazzo di Città: “Si tratta di una sfida importante che abbiamo voluto cogliere e portare avanti con grande impegno, orgoglio e senso di responsabilità anche perché è la prima volta, in oltre 50 anni dell’associazione nazionale, che l’Unione dei giovani commercialisti di Ragusa e Modica si aggiudica il congresso nazionale, molto ambito tra le più importanti città italiane” dichiara il presidente Aurnia.
 
Modica è stata scelta come palcoscenico di una kermesse nazionale di grande rilievo, motivo di grande orgoglio per la città, che avrà la possibilità di sfruttare questo evento non solo come vetrina privilegiata per migliaia di turisti provenienti da tutta Italia, ma anche come spinta all’economia locale legata al turismo. “Si tratta di una conquista importante non solo per la città di Modica, ma anche per tutta la Sicilia che ha sostenuto all’unanimità la candidatura dell’Unione di Ragusa e Modica. Dopo quasi 10 anni, infatti, la Sicilia torna ad ospitare il congresso nazionale” precisa Luigi Giarratana coordinatore regionale uscente dell’Unione Giovani.
Altra grande opportunità per il territorio isolano, si configura per la provincia di Agrigento, con la riapertura del Palacongressi. È quanto ha annunciato il neo presidente del Consorzio Valle dei Templi, Emanuele Farruggia: “Questo rapporto di partenariato con una struttura organizzativa così autorevole e prestigiosa - sottolinea Farruggia - ci permetterà di pianificare, realizzare e promuovere, con tutti i santi crismi, eventi ed attività di rilievo all’interno del Palacongressi”.
 
Anche il Comune di Palermo si sta muovendo sul fronte del turismo congressuale: “Confermo la mia totale disponibilità nel creare un ponte di comunicazione tra Comune di Palermo e Regione – afferma il vice sindaco di Palermo Sergio Marino -. È necessario lavorare e dialogare insieme. Come Comune di Palermo stiamo puntando molto sulla ripresa della Fiera del Mediterraneo per cominciare a puntare seriamente sul turismo congressuale e sulla riqualificazione delle coste. Tutto finalizzato a rendere appetibile questa città 365 giorni l’anno”.

Articolo pubblicato il 29 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus