Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - In cerca di una nuova luce per la zona industriale
di Desirée Miranda

Bando da 1,3 mln per l’illuminazione e altri interventi Irsap. Un’operazione molto ampia finanziata con i fondi del Patto per Catania

Tags: Catania, Zona Industriale, Riqualificazione, Irsap



CATANIA - Installazione di nuove apparecchiature illuminanti di recentissima tecnologia per il risparmio energetico e sostituzione delle obsolete armature stradali. È l’obiettivo del bando pubblicato dal Comune di Catania per dare nuova vita agli impianti di illuminazione stradale nella sua zona industriale. Pantano, Pezza Grande, Passo Martino, Palma 1, Palma 2, Giancata, Buttaceto e Torre Allegra sono i blocchi oggetto dell’intervento. Si tratta di un tentativo di risposta allo stato attuale che, come si legge sul bando, “risulta essere carente in molti punti” e che servirebbe, inoltre, “ad innalzare, in maniera significativa, il rendimento energetico”.
 
Un’operazione molto ampia finanziata con i fondi del Patto per Catania e di cui si è già dato annuncio a marzo, in occasione dell’incontro di monitoraggio sull’attuazione del Patto a Palazzo degli elefanti alla presenza del ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno Claudio De Vincenti. Un’operazione che dovrebbe cercare di risanare una situazione abbandonata e lasciata da molto all’incuria dei vandali e del tempo e per cui si richiedono, e sono previsti, interventi non solo per l’illuminazione, ma anche per la rete idrica e il manto stradale”. Secondo i termini del bando serviranno 540 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori e un importo di un milione 318 mila 789,06 euro.
 
“Ovviamente siamo contenti che siano previsti degli interventi alla zona industriale. Va bene fare gli investimenti, va bene recuperare le infrastrutture che ormai sono in uno stato pietoso, ma è importante definire chi poi si dovrà occupare di mantenerle. Serve un intervento legislativo che possa definire le competenze tra Regione, Irsap e Comuni”. È il commento di Livia Magnano di San Lio, vicepresidente di Zic Re Industria, associazione degli imprenditori della Zona industriale che insieme a Irsap Sicilia, l’Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive si sono recentemente incontrati per un dialogo costruttivo e di collaborazione reciproca al fine di affrontare insieme le problematicità e rispondere alle esigenze del territorio della zona industriale catanese.
 
Un incontro durante il quale sono stati annunciati da Irsap l’avvio di una ricognizione della rete idrica della zona e quattro interventi per un investimento di circa 129 mila euro. Di questi “due interventi urgenti relativi alla sistemazione della rete idrica e altri due interventi di manutenzione infrastrutture che riguardano il ripristino degli impianti di pubblica illuminazione lungo l’asse di spina est-ovest (per un importo di 35.419 euro), affidati alla Fiammingo Costruzioni Srl e il ripristino del guard-rail nell’area di accesso dell’asse”, si legge nel comunicato diffuso dall’Istituto dopo il vertice.
 
“Siamo in attesa che la Prefettura convochi il prossimo incontro per fare il punto della situazione”, aggiunge la vicepresidente di Zic Re Industria. “Sappiamo intanto che Sidra sta valutando le condizione della rete idrica per capire come si dovrà intervenire”, conclude.

Articolo pubblicato il 09 gennaio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus