Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Calabria e le sue splendide spiagge da scoprire e godere in ogni stagione
di Redazione

Un patrimonio naturalistico e storico unico, da tutelare, valorizzare e promuovere sia a livello nazionale che internazionale

Tags: Calabria



in collaborazione con ITALPRESS
 
REGGIO CALABRIA – Le spiagge della Calabria rappresentano, per quella regione e per il comparto turistico italiano in generale, una risorsa da tutelare e valorizzare. In questo articolo passeremo in rassegna alcune delle più importanti di esse, da scoprire o riscoprire sia in primavera che in estate.
 
Quasi al confine della Calabria, la prima spiaggia dell’Alto Tirreno cosentino è Praia a Mare, una delle più famose località della Riviera dei Cedri. Oltre alla sabbia scura e fine, intervallata a tratti da ciottolato, sulle sue spiagge si può godere anche della vista dell’isola di Dino, un grande sperone di roccia con numerose grotte, tra cui la suggestiva Grotta Azzurra, chiamata così per il colore dell’acqua al suo interno.
 
Poco più a Sud, troviamo San Nicola Arcella con le sue grandi rocce a picco sul mare che nascondono piccole spiagge bianche bagnate dall’acqua cristallina. Tra queste, l’Arco Magno, una spiaggetta da sogno nascosta tra le alte rocce che, grazie alla naturale composizione ad arco, filtrano la luce del sole.
 
Centro della pesca subacquea e degli sport marini, Scalea è costruita come una grande gradinata che porta al mare. Spiagge larghe e dorate e mare limpido caratterizzano questa frequentata meta turistica. Al centro della Riviera dei Cedri si trova la perla del Tirreno cosentino: Diamante. Il paese affaccia sul mare, dove ad osservarlo c’è l'isola di Cirella, ricca di flora, sugli scogli e nei fondali.
 
La costa Nord-orientale della Calabria è denominata “costa degli Achei”, affaccia sullo Jonio e inizia con la marina di Rocca Imperiale che, al confine con la Basilicata, richiama i visitatori per i fondali sabbiosi e le spiagge dorate, a poca distanza dal centro arroccato su un alto colle. La Costa degli Achei comprende anche le località turistiche di Roseto Capo Spulico, dove l’imponente castello medievale costruito su una roccia a picco sul mare domina le larghe spiagge bianche e il mare cristallino; Trebisacce, con le sue spiagge adatte al relax; la marina di Sibari, che si trova ai piedi di un’immensa pianura e che è divenuta meta attrattiva per i turisti anche grazie ai Laghi, una zona residenziale inserita nel porto.
 
Verso Sud, in provincia di Crotone, c’è la costa dei Saraceni, un litorale dominato dalla natura. Tra le spiagge più frequentate Le Castella, con le sue tipiche sabbie fini e rosse. Sullo Ionio crotonese troviamo anche Cirò Marina e Isola Capo Rizzuto che, assieme a Crotone, custodisce i meravigliosi e colorati fondali protetti nell’area marina di Capo Rizzuto.
 
Lo Jonio di Catanzaro è, invece, caratterizzato da un alternarsi di bianchi promontori rocciosi e spiagge basse. Il Golfo di Squillace occupa quasi interamente la Costa degli Aranci dove troviamo Copanello di Stalettì e le sue spiagge nascoste tra gli scogli e la “perla dello Ionio calabrese” Soverato, con la sua Baia e i fondali sabbiosi ma ricchi di flora e fauna.
 
Mare trasparente, spiagge bianche e rocce frastagliate caratterizzano la Costa degli Dei, il litorale vibonese del Tirreno. Qui le spiagge sorgono ai piedi di paesini situati su promontori alti a picco sul mare e l’immagine della sabbia chiara e fine contrasta con le naturali rocce scure, in riva e in profondità. Pizzo è un pittoresco borgo marinaro che affaccia sul golfo di Sant’Eufemia ed è conosciuta come la “città dei gelatai” per via del “tartufo”, un tipico gelato dalla forma sferica. Tropea è tra le mete turistiche più apprezzate.
 
Il litorale reggino si divide fra Tirreno e Jonio. La zona tirrenica è caratterizzata da fondali rocciosi e ricchi di vita. Lungo la Costa Viola, infatti, sorgono diverse località marinare, come Bagnara, dove la pesca è l’elemento che contraddistingue il quotidiano degli abitanti, la turistica Scilla e anche Palmi, con la sua spiaggia “Tonnara” dalla sabbia dorata. Le fresche e popolate acque dello Stretto lasciano spazio a fondali sabbiosi e spiagge larghe e bianche quando si procede in direzione sud, fino alla costa ionica. Bova, Brancaleone, Bianco, Locri, Siderno, Gioiosa, Roccella e Riace compongono la Riviera dei Gelsomini dove il profumo delle piante rampicanti si mescola con quello del bergamotto, creando un’esperienza unica e intensa.

Articolo pubblicato il 06 febbraio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐