Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

L'Irlanda si prepara a celebrare San Patrizio
di Redazione

A Dublino cinque giorni di festeggiamenti, che culmineranno nella grande parata in programma proprio per il 17 marzo

Tags: Irlanda, San Patrizio, Dublino



in collaborazione con ITALPRESS
 
DUBLINO - Quest’anno il giorno di San Patrizio, patrono dell’Isola d’Irlanda (17 marzo), cade di sabato, perciò sarà un lungo weekend di celebrazioni in tutta l’Irlanda.
 
Tra feste e parate, Dublino ospita l’evento principale del Paese, e quest’anno i festeggiamenti si protrarranno per ben cinque giorni, dal 15 al 19 marzo. Il culmine sarà la parata del 17 marzo, che si snoderà tra le strade del centro della capitale in un tripudio di colori e suoni: una quantità di eventi e grandi folle festanti nei quattro angoli della città, in un’atmosfera fantasmagorica e irripetibile.
 
Oltre alla tradizionale parata, il cui tema quest’anno sarà “Home is where the heart is”, i primi tre eventi di questo festival sono: Kormac: Equivalent Exchange, un concerto top che vede collaborare il dj, produttore e compositore Kormac, la The Irish Chamber Orchestra e ospiti speciali; la rassegna Thisispopbaby - Where we live, un programma di dibattiti, spettacoli, e proiezioni; un’esibizione speciale del gruppo di musica tradizionale contemporanea, che lancia il loro nuovo album Lockout in The Pepper Canister Church.
 
Anche a Cork, la seconda città d’Irlanda, si terranno importanti celebrazioni per San Patrizio, con bande musicali, danzatori, spettacoli di strada e gruppi locali organizzati. Ma ovunque nel Paese ci saranno grandi festeggiamenti, nei piccoli centri e nelle grandi città, come Limerick, Wicklow, Derry-Londonderry, Longford, Letterkenny, Waterford, Killarney e, per la 115^ volta, Galway.
Anche Belfast sarà vestita a festa con mille colori, musiche e spettacoli nel corso della St. Patrick’s day Carnival parade, che si svolgerà nelle strade cittadine verso la Custom house square, dove si terrà l’annuale concerto di musica e danze locali.
 
Due dei luoghi maggiormente associati a San Patrizio - Armagh e Downpatrick nell’Irlanda del Nord - organizzano ogni anno un festival congiunto con una grande offerta di musica, divertimento e cultura. Un’ottima occasione per toccare con mano il grande retaggio del santo patrono d’Irlanda in un’area nota come St. Patrick’s Country.
 
Anche nelle zone rurali irlandesi, il giorno di San Patrizio viene celebrato in uno stile molto tradizionale, specialmente nelle isole e nelle zone Gaeltacht (dove l’irlandese è la lingua comune). Vi si offriranno grandi opportunità per ascoltare genuine musiche tradizionali, antichi canti e danze locali, nonché gare ippiche, sport gaelici e altre celebrazioni.
 
In tutte le campagne irlandesi si trovano pozzi sacri, montagne e isole dedicati a San Patrizio, molto frequentati nei giorni della sua festa. Una delle attività più popolari è la salita al monte Slemish, nella Contea di Antrim, oppure seguire in automobile il St. Patrick’s Trail, un percorso che tocca numerosi siti religiosi in Irlanda del Nord.
 
Per chi ama le escursioni a piedi, da non perdere la St. Patrick’s way: the Pilgrim Walk, un cammino che si snoda per circa 130 km dal Navan Centre (fuori Armagh), attraverso magnifici paesaggi e luoghi di grande interesse storico, per giungere a Down Cathedral in Downpatrick, luogo di sepoltura del santo.
 
Il prossimo St. Patrick’s Day, quindi, si annuncia come uno dei più importanti mai organizzati. E non soltanto in Irlanda.
Il colore verde per molti è sinonimo di speranza, fortuna o soldi (tre elementi desiderabili), ma per gli irlandesi è il colore del cuore, della madre terra, dei prati. Anche quest’anno, dunque, per celebrare al meglio San Patrizio l’Irlanda ha invitato i più importanti monumenti del mondo a illuminarsi di verde. Il Global greening, iniziativa lanciata da Turismo Irlandese nel 2010, è andato sviluppandosi di anno in anno, con un numero record di siti che hanno aderito all’edizione 2017 (oltre 295 tra monumenti, edifici e luoghi simbolo in 45 Paesi, tra cui diversi siti Unesco). Tra i più famosi citiamo la Basilica del Sacro Cuore di Parigi, la Grande Muraglia cinese, le Cascate del Niagara e la statua del Cristo Redentore di Rio de Janeiro.
 
In Italia nel 2018 hanno già aderito il Colosseo di Roma, la Torre Pendente di Pisa, il Pozzo di San Patrizio e la Torre del Moro a Orvieto, città che in quest’occasione organizzerà molti eventi collaterali.

Articolo pubblicato il 13 febbraio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus