Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Nel solare ci battono pure Lombardia e Trentino
di Rosario Battiato

In Sicilia il fotovoltaico esprime 1,5 GWh, nel Nord è il triplo. L’Enea: zona strategica. Ma la centrale di Priolo arranca

Tags: Fotovoltaico, Enea



PALERMO – I dati dell’ultimo Rapporto 2007 Statistiche sulle fonti Rinnovabili del GSE ci consegnano una Sicilia che ha ancora molto da lavorare. L’isola partecipa per il 2% al conto nazionale di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile. Se per la produzione eolica l’isola può vantare la seconda piazza d’Italia con 854 GWh ed è in continua crescita, dietro solo la Puglia (1077,3 GWh), la stessa cosa non può dirsi per il solare, dove arranca giungendo appena ad un modesto 1,5 Gwh e superata anche da Regioni notoriamente non proprio inondate dal sole come la Lombardia e il Trentino, rispettivamente a 4,5 e 4,7 GWh. L’isola è in grado di passare dal 22% della produzione nazionale di eolico al 3,8% di solare.

“La Sicilia è un posto dove l’irraggiamento solare è diffuso – ha spiegato Mauro Vignolini, responsabile dell’unità di ricerca e sviluppo del progetto solare termodinamico dell’Enea - ed inoltre è una zona strategica perché dal Mediterraneo si affaccia sull’Africa Settentrionale, dove in diversi paesi stiamo avviando dei progetti di grande interesse”. Ipotesi fascinose che tuttavia si scontrano con la realtà dei fatti, come il ritardo per l’azionamento della centrale termo solare del “Progetto Archimede” di Priolo Gargallo che sarebbe dovuta entrare pienamente in funzione nel 2009 ed invece è stato rinviato causa ritardi burocratici. Intanto Assosolare (Associazione Nazionale dell’Industria Solare Fotovoltaico) ha lanciato l’allarme burocrazia.
“In Italia sono necessari almeno nove mesi – recita una nota dell’associazione – per installare e allacciare alla rete un piccolo impianto e quasi un anno e mezzo per uno di taglia grande”.

Articolo pubblicato il 29 aprile 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Energia verde, in Sicilia è solo il 4% - Energia. La Sicilia prima e dopo il G8 Ambiente di Siracusa.
    La situazione. Grazie al G8 Ambiente chiuso cinque giorni fa a Siracusa, si fa un gran parlare di energia prodotta da fonti rinnovabili. La Sicilia è molto indietro, perché riesce a produrne solo il 4% sul totale.
    Il confronto. L’Isola è persino indietro nella produzione da fonte solare, da cui ricava un misero 0,14%. Lombardia e Trentino riescono a fare molto di più. Attesa l’applicazione del Piano energetico regionale (29 aprile 2009)
  • Legambiente. “Piano regionale, tante domande rimaste inevase” - (29 aprile 2009)
  • S. Filippo Mela, “Edipower riduce le emissioni” - Le associazioni ambientaliste vigilano sulla centrale termoelettrica. Atat: non sono rispettate tutte le norme di tutela (29 aprile 2009)
  • Nel solare ci battono pure Lombardia e Trentino - In Sicilia il fotovoltaico esprime 1,5 GWh, nel Nord è il triplo. L’Enea: zona strategica. Ma la centrale di Priolo arranca (29 aprile 2009)


comments powered by Disqus