Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Siglata un’intesa fra il Mibact e l'Enel per la mobilità sostenibile nel turismo
di Redazione

Si va verso la sperimentazione di sistemi di collegamento a basso impatto ambientale nelle principali città a vocazione turistica

Tags: Turismo, Mobilità Sostenibile



in collaborazione con ITALPRESS
 
ROMA - Il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, hanno sottoscritto nei giorni scorsi presso il Mibact, un protocollo d’intesa per la promozione e lo sviluppo dell’uso dell’energia elettrica per la mobilità sostenibile nel settore turistico. Hanno presentato l’iniziativa, insieme con Franceschini e Starace, il direttore generale Turismo Francesco Palumbo e il responsabile di Enel X Francesco Venturini.
 
Enel, attraverso Enel X, collaborerà con le associazioni di categoria e gli enti del settore turistico per installate punti di ricarica elettrica nelle strutture ricettive attraverso soluzioni commerciali ad hoc e nella ricerca e progettazione di soluzioni replicabili da estendere ad altre realtà della penisola. L’azienda, inoltre, sperimenterà sistemi di mobilità elettrica nelle aree metropolitane e nelle città a maggiore vocazione turistica, anche in partnership con altri operatori della filiera.
 
“L’offerta turistica – ha detto Starace - è in aggiunta all’offerta normale di mobilità elettrica che tutti gli italiani hanno diritto ad avere, quindi questo è un rinforzo del piano base che abbiamo lanciato qualche mese fa ed è già partito. Con questo diamo un’enfasi particolare allo sviluppo nelle zone turistiche più importanti”.
 
“Si tratta – ha commentato Palumbo - di un importante passo per l’attuazione del piano strategico sul turismo sul tema della sostenibilità ambientale. Uno dei tre punti dell’accordo è la sperimentazione dei punti di ricarica nelle strutture ricettive, quindi puntiamo alla facilitazione di accordi con le associazioni di categoria. Il secondo punto importante è la sperimentazione nelle cinque grandi città del turismo italiano (Venezia, Roma, Firenze, Milano e Napoli). L’ultimo punto è l’individuazione di soluzioni innovative, tramite progetti pilota in aree come le isole minori dove il trasporto elettrico potrebbe sostituire definitivamente gli altri servizi”.
“C’è un turismo di qualità – ha detto il ministro Franceschini - di eccellenza, che è rispettoso dell’ambiente e noi abbiamo bisogno di questo tipo di turismo in Italia, che va a cercare i luoghi meno conosciuti, che rispetta la fragilità delle nostre città d’arte e del nostro paesaggio. Quindi questo accordo con l’Enel consente di investire esattamente nel tipo di turismo di cui abbiamo necessità e che vogliamo in Italia”.
 
Per Francesco Venturini l’obiettivo è “facilitare il movimento turistico non solo italiana ma soprattutto dall’estero perché è noto che la mobilità elettrica esiste con numeri importanti nel nord Europa”.
Enel ha avviato un Piano per l’installazione di circa 7.000 colonnine di ricarica per i veicoli elettrici entro il 2020 per arrivare a 14.000 nel 2022 su tutto il territorio nazionale.

Articolo pubblicato il 27 febbraio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus