Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

I due principali sfidanti a sindaco di Catania, Bianco e Pogliese, scaldano i motori
di Melania Tanteri e Desirée Miranda

Il sindaco Bianco annuncia in metro che correrà ancora. Salvo Pogliese ieri mattina, nel comitato elettorale dell’hotel Nettuno, ha presentato il proprio “comitato tecnico”

Tags: Catania, Enzo Bianco, Salvo Pogliese



Bianco come Orlando. Liste civiche per vincere
 
CATANIA - “Cinque anni fa ho presentato il progetto Catania +10, intendendo che per rimettere in ordine Catania non sarebbero bastati cinque anni. Oggi Catania si è rialzata, il lavoro più duro è stato fatto, ma si deve ancora raccogliere il frutto di questi anni che comincia a vedersi. Ci sono due miliardi e mezzo di finanziamenti pubblici e privati che daranno lavoro a 15 mila persone: ecco perché dico che Catania non si ferma, deve andare avanti e lo fa con un progetto civico”.
Dissipati tutti i dubbi: il sindaco Enzo Bianco ha ufficialmente annunciato la sua ricandidatura a primo cittadino di Catania. La scelta di Bianco va però in controtendenza rispetto al passato, perché decide di scendere in campo con una lista civica e non con il vessillo del Partito democratico.
“Sono uno dei fondatori e ne sono orgoglioso, ma questo è un progetto civico. Farò liste civiche fatte da cittadini che rappresentano il fermento vivo della città”, sostiene.
Bianco, quindi, prende spunto dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e sceglie la strategia della lista civica sebbene spera ancora nell’appoggio del partito, o almeno dei suoi uomini. “Chiedo ai miei compagni di partito di scendere a fianco a me facendo liste perché per vincere a Catania abbiamo bisogno di una grande alleanza civica con persone provenienti da ogni parte, che siano accomunate dalla voglia di portare avanti il riscatto di Catania. Ci sono tutte le condizioni”.
L’attuale primo cittadino cita alcune delle gioie più grandi che ha vissuto da sindaco nel quinquennio che si concluderà a giugno. Si sofferma quindi sulla metropolitana come simbolo di rinascita, usatissima durante il periodo di Sant’Agata, tanto che l’annuncio è stato fatto proprio a bordo di un convoglio Fce. “Era ferma all’inaugurazione del 1999. Adesso, invece - dice - è diventata una metropolitana vera e sta crescendo ulteriormente. Ma è così in ogni campo della vita della città”, dichiara.
Siccome però non è tutto rose e fiori, è lo stesso Bianco a citare la mancanza di vigili urbani per il mantenimento della sicurezza e della percezione della stessa. Non meno importante è il caso dell’arresto del ragioniere generale e di uno degli uomini fidati del sindaco. “Parlerò nei prossimi giorni fornendo tutti gli elementi. Certo – continua – sono molto dispiaciuto e arrabbiato e il Comune sarà parte civile perché siamo vittime di questa operazione”.
Lo sguardo è, però, soprattutto proiettato verso il futuro. “Sogno di potere andare da Monte Po all’aeroporto passando per Librino e piazza Palestro con la metro così come sogno, mentre farò il sindaco la prossima volta, di passeggiare per la promenade di Corso Martiri della Libertà dove dopo 60 anni i lavori sono iniziati”, conclude.
 
Desirée Miranda
 
 

 
Pogliese mostra i muscoli: “Un progetto innovativo”
 
CATANIA - Una squadra di professionisti che, ognuno per la propria competenza, aiuterà e consiglierà Salvo Pogliese nella campagna elettorale per le prossime amministrative.
Ieri mattina, nel comitato elettorale dell’hotel Nettuno, il candidato sindaco per il centrodestra ha presentato il proprio “comitato tecnico” per preparare, organizzare e stilare il programma che dovrebbe essere presentato ai cittadini e alla stampa tra una decina di giorni.
“Quello in cantiere è un progetto di rottura, assolutamente innovativo e totalmente differente rispetto al passato” - ha affermato l’eurodeputato. “Accanto a me saranno i singoli cittadini, le associazioni di volontariato, il mondo dell’imprenditoria a compiere un percorso realmente partecipativo” - ha aggiunto.
Tanti i volti nomi al fianco del candidato sindaco di Forza Italia, molti dei quali provenienti direttamente dall’amministrazione dell’ultimo sindaco di centrodestra, Raffaele Stancanelli.
Del gruppo di lavoro fanno parte, infatti, tra gli altri, anche gli ex assessori della passata esperienza di governo della città, tra cui Santi Cascone, delegato alla viabilità, Roberto Bonaccorsi, ex vicesindaco e assessore al Bilancio, Marella Ferrera, ex delegata alla Cultura, Franz Cannizzo, ex assessore al Commercio, oltre i consulenti Paolo La Greca, che aiutò l’ex sindaco e la sua amministrazione nella redazione del Piano regolatore generale, poi restato nel cassetto, che sarà il coordinatore del tavolo tecnico e Giacomo Guglielmo.
Scelte in netta polemica con l’attuale amministrazione e, in particolare, con l’attuale primo cittadino.
“In questi ultimi cinque anni il Palazzo di Città è stato molto distante dai problemi della gente comune, dai catanesi, dalle donne e dagli uomini che ogni giorno lavorano e lottano per la dignità della propria vita - ha detto.
“L’amministrazione in carica ha scientemente diffuso l’idea di una città assolutamente diversa rispetto a quella reale e, nella testa di qualcuno c’è un sovrano e vi sono dei sudditi: noi immaginiamo un percorso completamente differente - ha concluso - che rappresenterà un elemento discriminante della passata esperienza amministrativa”.
Sarà possibile inviare spunti, riflessioni e proposte per la città anche tramite l’indirizzo di posta elettronica dedicato: unasceltadamore@gmail.com.
 
Melania Tanteri

Articolo pubblicato il 27 marzo 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus