Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Mafia: Csm, Silvana Saguto rimossa da magistratura
di Redazione

Lo ha deciso la sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura. L'ex presidente della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo è imputata a Caltanissetta per aver favorito familiari e amici nella gestione dei beni confiscati a Cosa nostra. Lievi sanzioni ai magistrati Licata e Chiaramonte

Tags: Silvana Saguto, Mafia



Rimozione dai ranghi della magistratura per Silvana Saguto, ex presidente della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, sotto processo a Caltanissetta per la gestione dei beni confiscati alla mafia e le nomine di amministratore giudiziario, che - secondo l'accusa - avrebbero favorito anche familiari e amici.
 
 
Lo ha deciso la sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura. Il provvedimento è impugnabile di fronte alle sezioni unite civili della Cassazione.
 
Il Csm ha inoltre ritenuto responsabili di parte degli addebiti Fabio Licata, prima giudice a Palermo e oggi al tribunale di Patti, e Lorenzo Chiaramonte, ora giudice a Marsala.
 
Il primo ha ricevuto la sanzione della perdita di due mesi di anzianità e il secondo quella della censura.
 
Assoluzione, nel procedimento disciplinare, per Guglielmo Muntoni, che presiede la sezione Misure di prevenzione di Roma, e per il giudice Tommaso Virga.
 
La sezione disciplinare ha ritenuto gli addebiti nei loro confronti di scarsa rilevanza.
 
I magistrati erano rimasti coinvolti nella vicenda che ha riguardato Silvana Saguto, rimossa invece dalla magistratura.

Articolo pubblicato il 29 marzo 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus