Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Pmi siciliane, prossime fermate Shangai e New York
di Rosario Battiato

Il dipartimento delle Attività produttive ha pubblicato due avvisi per partecipare al Sial e al Summer fancy food show 

Tags: Impresa, Sicilia



PALERMO – New York e Shanghai sono vicine per le pmi del settore agroalimentare dell’Isola. La Regione ha messo a disposizione due avvisi per agevolare la partecipazione delle aziende al Sial, che si terrà dal 16 al 18 maggio in terra cinese, e alla Summer Fancy Food Show, che si svolgerà nella Grande mela dal 30 giugno al 2 luglio.
 
A pubblicare i due avvisi è stato il dipartimento delle Attività produttive – Servizio Internazionalizzazione, Attività Promozionali e Print, nel quadro delle attività del Po Fesr Sicilia 2014/2020 – Azione 3.4.1 Progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale. Per partecipare all’evento di Shanghai, le imprese devono affrettarsi: la scadenza per la presentazione delle domande è fissata al prossimo 23 aprile. Quattro giorni in più, invece, per partecipare all’evento newyorkese che ha la scadenza fissata al 27 aprile.
 
La finalità dell’avviso è quella di selezionare gli operatori siciliani che vogliono partecipare alle due manifestazioni del settore agroalimentare per “promuovere l’ampliamento e il rafforzamento dei processi di internazionalizzazione delle pmi”. A disposizione ci sono complessivamente 30 posti (20 posti per Shanghai e 10 per New York) per i soggetti che hanno sede legale e operativa nel territorio regionale. Possono partecipare distretti produttivi, consorzi e società consortili costituiti, anche in forma cooperativa, piccole e medie imprese e reti di imprese legalmente costituite.
 
L’amministrazione regionale, nella valutazione delle domande, si riserva di “dare priorità alle aziende che hanno un fatturato e una capacità produttiva adeguati alla partecipazione ad eccezione di quanto stabilito per le start up”. Condizione essenziale per partecipare alla manifestazione è il “possesso del sito web funzionante”.
 
I soggetti che verranno ammessi a partecipare all’azione di internazionalizzazione sono tenuti al cofinanziamento dell’attività che “viene individuato – si legge nell’avviso – nelle spese di trasporto della campionatura da esporre e nei costi relativi al viaggio del rappresentante aziendale che sarà presente in fiera”.
 
Nel corso della manifestazione le imprese dovranno rispondere a una serie di obblighi, necessari per garantire la buona riuscita dell’azione di internazionalizzazione. In particolare, si prevede la presenza del titolare, o di un suo delegato, in grado di condurre trattative commerciali per l’intera durata dell’evento e l’esposizione di prodotti di esclusiva produzione dell’impresa. Inoltre, sarà necessario compilare e sottoscrivere la relazione individuale relativa alla partecipazione, altrimenti l’azienda verrà esclusa per i prossimi due anni dalle future manifestazioni. Necessaria anche la consegna o la trasmissione della documentazione relativa alle spese sostenute per il cofinanziamento al servizio Internazionalizzazione, altrimenti, anche in questo caso, si prevede una sospensione per due anni dalle iniziative internazionali.
 
Per partecipare alla selezione, le imprese dovranno compilare i due allegati che si trovano sul sito euroinfosicilia.it e poi procedere all’invio esclusivamente via e-mail all’indirizzo internazionalizzazione.ap@regione.sicilia.it.

Articolo pubblicato il 18 aprile 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus