Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Conto alla rovescia per il voto
di Vincenza Grimaudo

Sono in tutto 26 i Comuni della provincia che domenica prossima sceglieranno sindaco e consiglieri. Nel centro più popoloso alte probabilità di un ballottaggio tra due settimane 

Tags: Elezioni, Palermo



PALERMO - Nella notte tra il 10 e l’11 giugno si conosceranno già i nomi di 25 nuovi sindaci della provincia palermitana dove, essendo al di sotto dei 15 mila abitanti, si eleggeranno la nuova Amministrazione e il Consiglio con il sistema maggioritario.
 
Unico Comune alle urne in cui potrebbe rendersi necessario il ballottaggio 15 giorni dopo sarà Partinico, in cui vige il proporzionale e dove sono in corsa ben otto candidati sindaco. Una città di 31 mila abitanti, con 28 mila chiamati al voto, che dovranno compiere una scelta importante. Nella lista dei candidati sindaco figura Salvatore Nobile, 58 anni, impiegato delle Poste italiane, a cui è collegata la lista civica “Promozione lavoro”. Poi ci sono Gaetano Costanzo e Gaetano Porcasi, i cui gruppi a sostegno fino a poco tempo fa erano parte dello stesso meetup del Movimento 5 stelle, prima della scissione. Il rappresentante ufficiale dei pentastellati, con tanto di certificazione arrivata direttamente da Roma, è adesso Costanzo, 49 anni, commercialista e revisore dei conti; a rappresentare invece il M5s che si è scisso è Gaetano Porcasi, 53 anni, docente e soprattutto conosciuto per il suo impegno artistico da pittore. C’è poi Pietro Rao, 56 anni, già presidente del Consiglio comunale e deputato alla Camera, supportato da “Alleanza dei siciliani” e “Salviamo Partinico”. Mauro Nicolosi, 66 anni, docente, è il rappresentante di Leu e alcune forze civiche riunite in “Partinico città d’Europa”, mentre Maurizio De Luca, 47 anni, anche lui docente, è supportato dal centrodestra quasi in blocco con “Rete civica” (che raggruppa Udc e Fratelli d’Italia), Diventerà Bellissima, Idea Sicilia-Popolari autonomisti e Forza Italia. Filippo Aiello, 65 anni, presidente del Consiglio comunale uscente e già in passato assessore, è sostenuto dalla civica “Partinico protagonista e democratica” e da uscente dall’Assemblea cittadina si presenta anche Maria Grazia Motisi, 50 anni, mediatore professionista, già assessore nel 2005 sostenuta dalle liste civiche “È ora di cambiare”, “Progetto Comune” e “L’alternativa”.
 
Sfida elettorale molto importante anche a Capaci, dove si sfidano in due: Pietro Puccio, già sindaco e presidente della Provincia, ed Erasmo Vassallo, anche lui ex consigliere e amministratore della città.
 
A Casteldaccia, terzo centro più grande in questa tornata, sono cinque gli sfidanti: Giovanni Di Giacinto, Carmelo Frascati, Giuseppe Guttilla, Giuseppe Clemente e Maurizio Nasca.
 
Tutti gli altri Comuni non superano i settemila abitanti. Tra questi figura Collesano, l’unico Comune della provincia palermitana che andrà al voto non per la scadenza naturale del mandato ma a seguito della sfiducia votata dal Consiglio comunale nell’agosto scorso al sindaco Angelo Di Gesaro. Qui sono tre gli aspiranti primi cittadini: Giovanni Battista Meli, Domenico Mastrolembo Ventura e Michele Iannello.
 
Gli altri Comuni al voto sono: Alimena (candidati sindaco Scelfo e Scrivano); Baucina (Oddo, Ciccarelli e Basile); Campofelice di Roccella (Di Maggio, Tavarella e Scacciaferro); Campofiorito (Della Vita e Oddo); Castronovo di Sicilia (Gattuso e Sinatra); Cefalà Diana (Costanza e Cangialosi); Cerda (Cicero e Cappadonia); Contessa Entellina (Fucarino e Spera); Geraci Siculo (Scancarello e Iuppa); Giuliana (Scarpinato); Gratteri (Muffoletto); Lercara Friddi (Marino e Ferrara); Marineo (Ribaudo e Greco); Montemaggiore Belsito (Scaccia e Mesi); Roccapalumba (De Vincenzi e Giordano); Sciara (Passafiume e Baragona); Sclafani Bagni (Solazzo); Torretta (Schiavo, Mannino, Candela e Gambino); Ustica (Mancuso Militello); Ventimiglia di Sicilia (Rini e Cavera); Vicari (Bongiorno e Miceli); Villafrati (Verciglio, Porcaro e Agnello).

Articolo pubblicato il 07 giugno 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus