Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

La situazione. Negli inceneritori il 12% degli scarti. In Europa il 20%
di Rosario Battiato

Tags: Ambiente, Rifiuti, Raccolta Differenziata, Inceneritori



PALERMO – La creazione di economie di scala e quindi il progressivo abbattimento dei costi deve necessariamente passare dall’aumento della frazione differenziata e dal ripristino del progetto degli inceneritori. “In Italia solo il 12% dei rifiuti – ha dichiarato Aldo Fumagalli, presidente commissione sviluppo Confindustria  –  finisce negli inceneritori per il recupero di energia a fronte di una media europea che è pari al 20%”. Se la situazione italiana non è rosea resta imbarazzante quella isolana dove l’incenerimento in relazione alla produzione di RU è pari allo 0,6%, completamente surclassato da altre Regioni come l’Emilia-Romagna (22,4%), il Friuli Venezia Giulia (22,3%), e la Lombardia (39,8%). Sullo stesso tema è parsa molto decisa anche il Ministro Stefania Prestigiacomo. “Non sono stati realizzati i 4 impianti che dovevano essere realizzati – ha precisato Stefania Prestigiacomo durante un’audizione alla Camera – e questo ritardo comporta sensibili rallentamenti, e ci vorrebbero altri 6 anni perché il sistema decolli. Entro due anni un termovalorizzatore dovrà entrare per forza in funzione”.

Articolo pubblicato il 22 gennaio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Lombardia ricicla, noi accumuliamo -
    Ambiente. Raccolta Rsu confronto sui costi.
    Il servizio. Raccolta dei rifiuti: non passa giorno che le cronache restino senza registrare emergenze nei tre angoli della Sicilia. Ato e Comuni sono da tempo in difficoltà, per ragioni economiche.
    I costi. Sono proprio i costi a non andare. Nel confronto, si scopre che la Lombardia ha un numero di abitanti quasi doppio a quello dell’Isola, ma, grazie al sistema della differenziata, riesce a spendere molto meno
    (22 gennaio 2010)
  • La situazione. Negli inceneritori il 12% degli scarti. In Europa il 20% - (22 gennaio 2010)
  • La Corte dei conti boccia i 7 anni di commissario -
    “Un quinto delle risorse destinato al mero mantenimento burocratico”. Numero delle discariche diminuito, spesa più che raddoppiata
    (22 gennaio 2010)
  • Il 90% dellÂ’immondizia finisce nello stesso posto -
    Manca la volontà: lo dimostrano i comuni virtuosi che riescono a riciclare. Raccolta differenziata: Sicilia al 6%, Lombardia al 44%
    (22 gennaio 2010)


comments powered by Disqus