Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Migranti: Amir a otto anni viaggia solo
di Redazione

L'inviato dell'Ansa Mimmo Trovato ha narrato la commovente storia di un bambino partito dall'Eritrea da solo, perché i genitori avevano i soldi per pagare il viaggio soltanto di una persona. Il suo sogno, adesso, è quello di lavorare e avere i soldi per fare arrivare in Italia i suoi genitori

Tags: Migranti, Amir, Otto Anni, Viaggio Solo, Genitori, Pozzallo, Diciotti



Mimmo Trovato cronista catanese inviato dell'Ansa a Pozzallo per seguire le operazioni di sbarco della nave Diciotti, ha narrato la commovente storia di un bambino di otto anni, che ha chiamato Amir, partito dall'Eritrea e in viaggio da solo, perché i genitori avevano i soldi per pagare il viaggio soltanto di una persona.
 
"E' un bimbo - ha scritto Trovato nel suo servizio - non ci sono dubbi guardando i suoi occhi, anche se nel suo sguardo si intravede una vita vissuta da adulto, per oltre un anno. Amir (nome di fantasia), ha solo 8 anni, ed è uno dei tanti bambini non accompagnati sbarcati a Pozzallo da nave Diciotti della Guardia costiera. I suoi genitori non avendo i soldi per tutti e tre lo hanno fatto partire da solo dall'Eritrea, e lui ha lavorato nei Paesi che ha attraversato fino ad arrivare in Libia, dove è stato sei mesi prima di essere messo su un gommone e poi recuperato da una motonave e trasbordato sulla Diciotti".
 
"Ha raccontato la sua storia senza paura e senza tremore nella voce ai volontari di InterSos che fanno parte del personale non governativo a bordo della nave della guardia costiera. Nel suo peregrinare, ha ricostruito, è stato "sempre solo", senza amici o qualcuno con cui confidarsi, anche per paura. Non si fidava e aveva paura. Per questo ha sempre parlato poco e lavorato per avere presto i soldi per lasciare la Libia, un Paese che ha lasciato in lui un ricordo comunque traumatico".
 
"Il suo sogno, adesso, è lavorare e avere i soldi per fare arrivare in Italia i suoi genitori che pur di dargli un futuro hanno deciso di rischiare e di farlo partire da solo. E' uno dei dieci evacuati in anticipo da nave Diciotti e arrivato nel primo pomeriggio a Pozzallo. Era stanco, ma determinato. Lo sguardo deciso e pieno di forza di volontà".
 
"A guardarlo sulla passerella sembrava un adulto, che però, a sorpresa, si è sciolto in un grande sorriso quando un volontario della Croce rossa gli ha regalato un orso, in peluche, marrone scuro, un po' meno del colore dei suoi occhi. Che hanno cominciato a brillare, come quelli di un bambino. Che conosce già le insidie e le difficoltà della vita e certi suoi lati oscuri, ma che è, pur sempre, un bambino di otto con un sorriso contagioso e trascinante. Per lui adesso la possibilità di smettere l'apparente abito di un adulto e tornare ad essere se stesso: un ragazzino, in un porto sicuro, pieno di speranze per il futuro suoi e, spera, dei suoi genitori".

Articolo pubblicato il 20 giugno 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Migranti: il dolore sbarca a Pozzallo -
    Mentre l'Onu ribadisce che "Il porto sicuro è l'imperativo umanitario urgente", sulle banchine del porto ibleo sono scesi dalla nave Diciotti della Guardia costiera uomini, donne e bambini sopravvissuti all'inferno della traversata. Il tragico racconto del naufragio e dell'odissea dopo il salvataggio
    (20 giugno 2018)
  • Migranti: Amir a otto anni viaggia solo -
    L'inviato dell'Ansa Mimmo Trovato ha narrato la commovente storia di un bambino partito dall'Eritrea da solo, perché i genitori avevano i soldi per pagare il viaggio soltanto di una persona. Il suo sogno, adesso, è quello di lavorare e avere i soldi per fare arrivare in Italia i suoi genitori
    (20 giugno 2018)
  • Migranti: morte donna incinta e mamma con neonata -
    Lo ha rivelato InterSos. Le due donne e la bambina tra le vittime del naufragio con oltre settanta dispersi i cui superstiti sono stati recuperati da Nave Trenton della Marina Militare Usa
    (20 giugno 2018)


comments powered by Disqus

´╗┐