Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Per i Millennial viaggio fa rima con gusto
di Redazione

La destinazione si sceglie anche per il cibo. Parigi, Tokyo e Roma rappresentano le mete “foodie” più ambite al mondo 



ROMA – Va dove ti porta… la gola. Per il 70% dei Millenial che decidono di organizzare un viaggio e selezionare la meta, il cibo rappresenta un fattore determinante di scelta, mentre la bellezza delle spiagge (41%), le promozioni e offerte di viaggio (15%), e le opportunità di shopping (18%) risultano meno appetibili.
 
Parigi, Tokio e Roma sono le mete “foodie” più ambite al mondo secondo una classifica stilata da Hotels.com con la ricerca “Tasty rravels”. Le generazioni più giovani sono ancora più focalizzate sui cibi che sperimenteranno in viaggio (64%) più che sulla visita a monumenti o luoghi di importanza storica (58%) o all’esplorazione di paesaggi e natura (27%). Per i Millenial, il cibo viene prima degli amici: il 76% ammette di preferire immortalare su Instagram le pietanze, mentre il 56% ammette di preferirlo al posto di scattare foto agli amici (56%) hashtag #sorrynotsorry.
 
Lo studio rileva una tendenza netta: la forte crescita dei post con immagini in cui il cibo è protagonista. Gli scatti in questione, infatti, sono in fase di escalation sui social: in una vacanza di sette giorni, i viaggiatori Millennial scattano in media 142 foto, di cui almeno un quarto dedicate unicamente al cibo.
 
Lo studio “Tasty rravels” incorona la pizza (33%) come pietanza più postata sui social, seguita da dolci come donut e freak-shake (22%) e da hamburger e birra (19%). I giovani viaggiatori sono inoltre più curiosi e più coraggiosi nelle loro scelte di approccio al cibo: un Millenial su cinque proverebbe le zampe di pollo (19%) e il gelato al gusto d’aglio (17%).
 
Conta molto poco l’esperienza gastronomica a 5 stelle: il 20% riferisce di preferire lo street food e il 19% lo piazza davanti a un ristorante stellato Michelin. Le esperienze di gusto sono on top tra i ricordi di viaggio dei Millennial: il 76% dei viaggiatori dai 18 ai 35 anni afferma che le esperienze “foodie” sono quelle che emergono di più tra i loro ricordi di viaggio; surclassando il ricordo del bel tempo speso con i compagni di viaggio (22%), e persino quello delle attività ad alto tasso di adrenalina (11%).

Articolo pubblicato il 10 luglio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐