Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Professionalità di difficile reperimento sul mercato
di Dario Raffaele

Unioncamere: tra le assunzioni non stagionali del 2009, 4.500 “difficili”. Falegnami e idraulici tra le figure meno appetibili ai giovani

Tags: Lavoro, Disoccupati, Franchising



Riuscire a trovare lavoro è difficile, ma trovare persone qualificate non è neanche uno scherzo.
Secondo lo studio realizzato da Confartigianato l’occupazione meno gradita dai giovani italiani è quella del falegname: il 51,7% delle offerte resta inascoltato. Poco gradite anche le offerte di lavoro rivolte a parrucchieri, estetisti, idraulici, panificatori e pasticceri.
Sulla stessa lunghezza d’onda il rapporto Excelsior Unioncamere.

Il 14.1% (ovvero ben 4.386) delle 31.110 assunzioni non stagionali, differenziate secondo il livello di istruzione, previste da Unioncamere per il 2009, rappresenta le figure professionali richieste e non disponibili sul mercato del lavoro. Alcune professionalità in particolare, non si riescono proprio a trovare, neanche a peso d’oro. É il caso, ad esempio, degli addetti a macchine utensili automatiche e semiautomatiche industriali che hanno una difficoltà di reperimento pari al 78%. Nel corso dell’anno 2009 ne erano richiesti 50. Di difficile reperimento anche gli operai specializzati. Nell’anno passato ne sono stati richiesti dal mercato 310 tra saldatori e tagliatori a fiamma, ma di questi ben uno su quattro non si è trovato, per non parlare dei 230 falegnami e operatori specializzati di macchine per le lavorazioni del legno richiesti, quasi il 40% è introvabile. Tra gli specializzati anche i tagliatori di pietre, marmisti e scalpellini la cui richiesta nel mercato del lavoro è stata di 210 unità, ma uno su tre non lo si è riuscito a trovare. Cambia il settore, ma non la situazione e in percentuali sempre più elevate: ben il 28,5% dei 1.470 installatori e riparatori di apparati telegrafici e telefonici richiesti non si trova in giro. Mancano anche le guardie private per la sicurezza per una percentuale in negativo del 34,9%, i professionisti qualificati nei tanti servizi sanitari (380 richiesti di cui il 34,9% di difficile reperimento). Ma tanti altri sono i profili irreperibili. Tra le professioni tecniche, non si riescono a trovare a sufficienza gli specialisti delle costruzioni civili, i disegnatori industriali e gli agenti di viaggio.

Articolo pubblicato il 26 gennaio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • No dei giovani a 20.000 opportunità -
    Lavoro. Le opportunità per chi vuole mettersi in gioco.
    Professionalità. Nel panorama di crisi internazionale qualcuno va in controtendenza: c’è posto per i lavoratori dipendenti e autonomi professionali, gestionali, informatici e venditori.
    Franchising. In Sicilia nel 2008 erano presenti solo 31 insegne contro le 227 della Lombardia. A pieno regime potrebbe impiegare oltre 10.000 tra gestori e dipendenti di punti vendita.
    (26 gennaio 2010)
  • Franchising in crescita, un investimento sicuro -
    Forma di collaborazione continuativa per la distribuzione di beni e servizi. A pieno regime potrebbe dare lavoro a 10.000 persone
    (26 gennaio 2010)
  • Professionalità di difficile reperimento sul mercato -
    Unioncamere: tra le assunzioni non stagionali del 2009, 4.500 “difficili”. Falegnami e idraulici tra le figure meno appetibili ai giovani
    (26 gennaio 2010)


comments powered by Disqus