Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Da Figuccia (Udc) una pagella sui parlamentari dell'Ars
di Raffaella Pessina

L’ex componente della maggioranza sostiene di essere il deputato più impegnato con 32 Disegni di legge presentati. Nella classifica su chi ha prodotto meno figurano assessori e membri dei gruppi che sostengono Musumeci 

Tags: Vincenzo Figuccia, Ars



PALERMO - Il deputato regionale Vincenzo Figuccia, che proviene dalle file di Forza Italia e che oggi milita nel partito dell’Udc, ha voluto porre l’accento sulla produttività dei parlamentari siciliani. Una voce fuori dal coro, poiché sulla scarsa produttività si sono espressi molto spesso i media, ma quasi mai i parlamentari.
 
Messo da parte da una maggioranza che egli stesso ha definito “pigra” e da cui non ha ottenuto di recente la presidenza della Commissione Statuto, con la quale avrebbe voluto guidare il processo per il riconoscimento dell’insularità nella Carta costituzionale siciliana, Figuccia ha diffuso una nota in cui afferma di essere il deputato più produttivo del Parlamento regionale siciliano, con 32 disegni di legge presentati. Ma non è tutto, perché il rappresentante dell’Ars ha anche deciso di dare i voti ai propri colleghi, molti dei quali, ha detto, “non avvertiranno nemmeno la chiusura del Parlamento per le ferie estive”.
 
A margine dell’ultima seduta, prima che l’Ars entri ufficialmente in ferie, Figuccia, ex assessore all’Energia, entrato in contrasto con il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè sulla vicenda dei vitalizi, ha voluto redigere una sua personale classifica su chi ha lavorato e chi no durante questi 270 giorni di legislatura.
 
Nella classifica dei parlamentari che in questi nove mesi hanno prodotto meno, secondo l’ex assessore Udc, “restano inchiodati a quota zero tutti gli assessori di Musumeci, anch’essi parlamentari, ma ormai titolari di deleghe in Giunta: Mimmo Turano, Marco Falcone, Roberto La Galla, Bernardette Grasso, ai quali si aggiungono i parlamentari della maggioranza Riccardo Gallo, Gaetano Galvagno, Giuseppe Gennuso e Marianna Caronia”, i quali “non hanno presentato all’Ars neanche un atto”.
 
Sotto Figuccia, che ha presentato 32 disegni di legge e 42 interrogazioni, si colloca Alessandro Aricò (Db) con 30 Ddl e 5 interrogazioni. Terzo, Anthony Barbagallo (Pd) con 23 Disegni di legge, 20 interrogazioni parlamentari, 17 interpellanze parlamentari. Nella pagella compare anche il Presidente della Regione, con 15 Disegni di legge presentati, tutti su temi di pertinenza dell’Esecutivo (disposizioni in materia di diritto allo studio, pesca mediterranea, identità ed economia del mare, ambiti territoriali ottimali).
 
“Anche se non era difficile superarli – ha detto Figuccia - Musumeci ha fatto meglio dei suoi assessori. Tra chi si godrà un meritato riposo e chi non avvertirà nemmeno la chiusura del Parlamento regionale, è certo che da settembre molti deputati dovranno pedalare, perché alla fine dell’anno non siano logorati da rimorsi”.

Articolo pubblicato il 08 agosto 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐