Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Pronti 2,8 milioni di euro per la messa in sicurezza dei ponti
di Redazione

Annunciati dall’Amministrazione comunale gli interventi in programma su cavalcavia e sovrappassi. Leoluca Orlando: “Monitoraggio costante per prevenire ogni possibile rischio”

Tags: Palermo, Leoluca Orlando



PALERMO - Monitoraggio costante di tutti i 25 ponti che servono la viabilità cittadina, esecuzione di lavori per circa 1 milione di euro e programmazione di interventi per altri 2,8 milioni. Pianificazione di interventi strutturali per nuovi ponti e sovrapassi a servizio della viabilità e della moblità pedonale. Sono queste le azioni illustrate ieri dal sindaco del capoluogo, Leoluca Orlando, dal vicesindaco, Sergio Marino e dal responsabile dell’Area tecnica e della Rigenerazione, Nicola Di Bartolomeo. Assente per motivi personali l’assessore alla Rigenerazione urbana, Emilio Arcuri, i cui uffici hanno curato e curano gli interventi presentati.
 
Il sindaco ha presentato tutti gli interventi realizzati negli ultimi anni, “frutto di un lavoro di catalogazione del patrimonio esistente e di un’attenta verifica delle condizioni di ciascuna opera, che ha consentito di programmare, esclusivamente sulla base di oggettive risultanze tecniche gli interventi manutentori necessari”.
 
Orlando ha ricordato che è già stato speso un milione di euro e che gli interventi sono stati eseguiti o programmati in tutti i ponti cittadini, “quelli che intersecano la circonvallazione, quelli che scavalcano l’Oreto e quelli più piccoli ma non per questo meno importanti, perché tutti meritano attenzione e vanno ugualmente monitorati per garantire condizioni di sicurezza per i cittadini”.
 
Con specifico riferimento alla situazione del ponte di via Oreto, il sindaco ha ricordato che sono già stanziati e pronti ad essere spesi 200 mila euro per interventi di manutenzione, che saranno utilizzati appena il Consiglio comunale approverà il Bilancio 2018.
 
Un ulteriore impegno di spesa, per circa 2,8 milioni è già stato previsto e sarà affidato ad un bando pubblico per la realizzazione di un accordo quadro per interventi manutentivi. Le risorse assegnate andranno a coprire interventi su molte strutture a partire dalle priorità individuate dal programma predisposto dagli uffici.
 
L’ufficio Tecnico, alla data attuale, intende intervenire sulle seguenti infrastrutture: ponte Corleone (integrazione degli interventi), viadotto sul Sottopasso via Emily Bach (integrazione), ponte a mare di via Messina Marinae (indagini conoscitive), cavalcavia via Mater Dolorosa (interventi sulla base delle indagini effettuate), cavalcavia via Conte Federico (con Anas), cavalcavia via Ernesto Basile, ponte - canale via Ernesto Basile, viadotto sulla trincea ferroviaria via Alessi, ponte di via Altofonte (completamento delle indagini conoscitive), via Giafar lato valle ferroviario, cavalcavia piazza V.E. Orlando, cavalcavia via Pitrè, sovrappasso via Mattarella (villa Trabia), cavalcavia piazza XIII vittime, ponte di S. Martino (Boccadifalco), cavalcavia via Belgio, cavalcavia viale Lazio, cavalcavia ferroviario via Notarbartolo, ponticello S. Martino via S. Pietro (indagini conoscitive).
 
L’Amministrazione comunale ha inoltre precisato che entro l’anno saranno appaltati i servizi di ingegneria relativi alle verifiche delle seguenti infrastrutture: Ponte Oreto, Ponte di Mare e Ponte Corleone.
 
Leoluca Orlando ha sottolineato che “da parte dei tecnici comunali, in sinergia e collaborazione con tutti gli enti preposti e sotto il coordinamento dell’Assessorato guidato da Emilio Arcuri, vi è un costante monitoraggio di ben 25 ponti cittadini, per prevenire per quanto possibile ogni rischio per la sicurezza e per rendere possibile una attenta programmazione degli interventi”.

Articolo pubblicato il 25 agosto 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐