Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Migranti: Diciotti, il Papa, accolti in "Mondo Migliore"
di Antonio Leo

Francesco spiega che i cento rifugiati presi in carico dalla Chiesa "saranno accolti e cominceranno a imparare la lingua e a essere integrati" nel centro di Rocca di Papa, nel Lazio. Il sindaco Crestini, "Pronti all'accoglienza". Ieri fermati quattro presunti scafisti, identificati dai profughi

Tags: Migranti, Diciotti, Papa, Mondo Migliore, Scafisti, Rocca Di Papa



I migranti della Diciotti dei quali si farà carico la Chiesa "saranno accolti e cominceranno a imparare la lingua e a essere integrati".
 
Lo ha detto papa Francesco nella conferenza stampa sul volo di ritorno da Dublino, spiegando che i migranti saranno accolti a "Mondo Migliore" a Rocca di Papa, vicino Frascati.
 
Si tratta di un Centro di Accoglienza Straordinaria (Cas), sorto dove un tempo c'era un centro congressi gestito dai padri oblati.
 
 
Intanto è stato grazie alle testimonianze dei migranti che la Procura di Palermo è riuscita a fermare ieri sera nel centro di accoglienza di Messina i quattro scafisti che, una volta identificati, sono stati portati nel carcere di Gazzi.
 
le indicazioni erano unanimi"Il numero 78. E il 109, il 36 e il 34: guidavano loro l'imbarcazione".
 
I nomi degli scafisti, i profughi, ovviamente non li conoscevano e per dunque identificarli hanno usato le foto scattate dagli investigatori.
 
Il gip di Messina, nei prossimi giorni dovrà interrogare e convalidare i fermi.
 
Pesanti le accuse: dall'associazione a delinquere finalizzata alla tratta di uomini e al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, alla violenza sessuale e al procurato ingresso illegale in Italia.
 
Oltre a indicare chi era alla guida del barcone, le vittime hanno descritto il capo dell'organizzazione criminale che agisce in Libia e organizza i viaggi: di lui conoscono solo il nome Abdusalam.
 
Si muove circondato da uomini armati e gestisce i gregari che si occupano di trovare le barche, reclutare i passeggeri, intascare i soldi, sorvegliare i migranti per mesi prigionieri nel campo libico in attesa della partenza e guidare le imbarcazioni.
 
"Gli uomini di Abdusalam ci impedivano di allontanarci dalla prigione e violentavano le donne", hanno raccontato i testimoni.
 
I racconti coincidono con quelli dei primi tredici profughi fatti sbarcare a Lampedusa e dei minori fatti scendere a Catania.
 
Le indagini, coordinate dal capo della Procura Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Marzia Sabella, però non si fermano e nei prossimi giorni verranno sentiti anche i migranti sbarcati sabato e ospiti del centro di accoglienza di Messina.
 
I quattro presunti scafisti facevano parte del blocco di 143 migranti portati nell'hotspot di Messina, nell'ex caserma di Bisconte.
 
I migranti hanno alle spalle storie terribili di violenze subite durante i loro lunghi viaggi per raggiungere la Libia e poi nei centri di raccolta sul quel lembo infuocato della costa nord dell'Africa che sono come prigioni, a volte peggio: luoghi di sopraffazione e tortura.
 
In molti mostrano le cicatrici evidenti di quegli abusi, come le undici donne eritree violentate prima di partire dalla Libia.
 
L'arcivescovo di Messina, monsignor Giovanni Accolla sta lavorando "con i rappresentanti delle istituzioni Italiane per decidere insieme in quali centri della Curia trasferirli".
 
Un centinaio di migranti sarà accolto dalla Chiesa Italiana, altri 40 saranno distribuiti tra Albania e Irlanda.
 
Mons. Accolla ha ricordato ieri che i migranti "non sono pacchi, ma esseri umani", aggiungendo: "non possiamo rinunciare alla solidarietà e all'accoglienza".
 
Mons. Antonio Staglianò, delegato per le migrazioni della Conferenza episcopale siciliana (Cesi) ha ribadito ieri "la disponibilità di tutti i vescovi siciliani per accogliere i migranti" con una posizione che "non è strumentalizzabile ideologicamente".
 
Anche perché, ha sottolineato il presidente della Cesi, "non facciamo e non vogliamo fare politica", ma solo "testimoniare l'amore e la carità cristiana mentre orientiamo le coscienze dei cristiani".
 
Intanto il sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, ha scritto in un post su Facebook di aver "Inviato una lettera al Santo Padre invitandolo nella nostra cittadina e ricordando che Rocca di Papa è sempre stata pronta ad accogliere e a sostenere coloro che si trovano in una situazione di difficoltà".
 
"Stamattina - ha spiegato - abbiamo appreso che cento dei migranti a bordo della nave Diciotti, per volontà della Santa Sede, saranno ospitati a 'Mondo Migliore', Centro di Accoglienza Straordinaria (Cas) che si trova qui a Rocca di Papa ed è gestita dalla cooperativa Auxilium. Il mio pensiero si posa sui tanti minori che abbiamo avuto modo di aiutare e collocare in strutture sicure dove hanno trovato un luogo dove crescere sereni".
 
"Ci stiamo già attivando - ha spiegato Crestini - in coordinamento con la Prefettura e la cooperativa che gestisce il centro per continuare a garantire il massimo controllo sul territorio, per evitare eventuali disagi alla cittadinanza".
 
"Quella della Diciotti - ha concluso - rappresenta l'ennesima tragedia umanitaria che è stata oggetto di un braccio di ferro politico a livello nazionale ed europeo. Le persone a bordo della nave sono state ferme lì, senza conoscere il proprio destino per giorni. Finalmente, la situazione si è sbloccata. Non abbiamo ricevuto comunicazioni ufficiali del Ministero degli Interni o della Prefettura ma la decisione di ospitare i migranti a 'Mondo Migliore' è un fiore all'occhiello a livello internazionale, così come riconosciuto più volte da figure di spicco, specialmente sotto il profilo della sicurezza".
 
 
 

Articolo pubblicato il 27 agosto 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Migranti: Diciotti, il Papa, accolti in "Mondo Migliore" -
    Francesco spiega che i cento rifugiati presi in carico dalla Chiesa "saranno accolti e cominceranno a imparare la lingua e a essere integrati" nel centro di Rocca di Papa, nel Lazio. Il sindaco Crestini, "Pronti all'accoglienza". Ieri fermati quattro presunti scafisti, identificati dai profughi
    (27 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Salvini indagato, atti al Tribunale Ministri -
    La Procura di Agrigento ha iscritto il vicepremier nel registro degli indagati per i reati di sequestro di persona, abuso d'ufficio e arresto illegale. Indagato anche il capo di Gabinetto del Viminale. Secondo i magistrati avrebbero privato illegalmente della libertà personale i profughi soccorsi dalla nave Diciotti. Il capo della Lega, "Vergogna, serve una riforma della Giustizia". L'Anm, "Basta interferenze". L'argomento oggetto di una riunione del Csm
    (26 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, la Chiesa salva la situazione -
    Tutti sbarcati dopo la mezzanotte i migranti hanno trascorso una notte tranquilla a Messina. La Cei, facendosi carico di un centinaio dei profughi, ha consentito di uscire dal terribile stallo in cui il Governo aveva costretto l'Italia. Il messaggio di papa Francesco. Altri quaranta migranti divisi tra Albania e Irlanda. Salvini, indagato, si dice "orgoglioso" degli accordi che hanno portato allo sbarco. La fronda nel M5s contro di lui e il tweet boomerang di Di Maio
    (26 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, la Sicilia si mobilita -
    Oggi, tra proteste della Società civile, sciopero della fame sulla nabe e magistratura che interroga dirigenti e funzionari del Viminale, potrebbe essere il giorno clou per la soluzione della vicenda. Da alcuni segnali Salvini sembrerebbe in procinto di attuare una "exit strategy" per uscire dal cul de sac in cui ha cacciato il Governo e l'Italia. Il nostro Paese, secondo il Garante per le persone private della libertà, rischia un'incriminazione per "trattamenti inumani"
    (25 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, cominciano gli sbarchi -
    I primi diciassette sono stati ordinati dall'Ufficio di Sanità Marittima per motivi di salute e dunque senza che fosse necessario il via libera del Ministero degli Interni. Tre casi di sospetta tubercolosi, due di polmonite e un'infezione urinaria, a terra anche le undici donne, tutte violentate in Libia. MA QUATTRO RESTANO A BORDO PER NON LASCIARE I PARENTI. I Vescovi siciliani pronti allo sciopero della fame. Manifestanti forzano il cordone. L'ALBANIA SI OFFRE DI OSPITARE ALCUNI PROFUGHI.
    (25 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Unhcr e Oim a Governo, "Fateli sbarcare" -
    Schillig, "Uscire dall'impasse". Per De Luca (Pd) la colpa è di leghisti e grillini "che non votarono la riforma del regolamento di Dublino". Tajani, presidente dell'Europarlamento, conferma: i Visegrad osannati da Salvini "devono farsi carico del problema o essere sanzionati". Intanto si aggrava l'emergenza umanitaria a bordo. Il comandante della nave Kothmeier: "Siamo al limite. Quarto giorno di sciopero della fame radicale
    (24 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, appelli, scheletrini e i dubbi del comandante -
    Nel quarto giorno a Catania nuova richiesta d'intervento a Mattarella dalle Magliette rosse. Intanto si apprende che Kothmeir temeva di essere arrestato. Le perplessità per gli ordini impartiti via social. Boldrini, "Governo dei tweet". Gli orrori raccontati dai minorenni sbarcati. Il più magro pesa trenta chili. Rota (Cgil), "Ci allontaniamo dalla democrazia"
    (24 agosto 2018)
  • Migranti: Miccichè, "Salvini stronzo". Martina, "Di Maio dice cose false" -
    Dopo tweet e post su Fb il Presidente dell'Ars si è recato a Catania con la Commissione regionale Sanità. Per il segretario dem un disastro il "ricollocamento volontario" voluto in Europa dai pentaleghisti. Durissimo anche Grasso: "Esci dal Viminale"
    (24 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Conte, "Ipocrisia Ue". Magistrati al Viminale -
    L'Europa ha confermato quanto era stato previsto dalle opposizioni e il premier, su Fb, ha continuato sulla linea delle minacce inaugurate da Salvini e Di Maio. A Conte è stato chiesto di riferire in Parlamento anche sul fatto che il procuratore di Agrigento Patronaggio sarà a Roma per sentire i funzionari del Ministero dell'Interno
    (24 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Fico, "Sbarcateli!" Salvini, "Fai il presidente della Camera" -
    Il Ministro dell'Interno innalza il livello dello scontro istituzionale rispondendo duramente al Presidente della Camera che aveva chiesto di far scendere a terra i migranti a Catania. Ma attaccando anche il presidente Mattarella e il premier Conte: "O cambiate Paese o cambiate ministro". Intanto sono salite a quattro le Procure che stanno indagando sulla vicenda
    (23 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, la protesta dell'arancino -
    Migliaia di persone, secondo stime degli organizzatori, si sono presentate sul molo di levante con questa pietanza simbolo di accoglienza e sono rimasti fino a notte inoltrata. Una manifestazione partita dagli artisti
    (23 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Salvini torna sui suoi passi -
    Ieri il "Processatemi" alla magistratura, oggi "Pronto a spiegare le mie ragioni". Ma i procuratore di Agrigento Patronaggio chiarisce, "Competenza del Tribunale dai ministri". Poi sottolinea, "Sulla nave una realtà devastante". Oggi ispezione del Garante delle persone private della libertà
    (23 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Salvini cede, "Fate scendere a terra i ragazzi" -
    Poco dopo le 23 i 27 minorenni hanno lasciato la nave e sono stati portati in una struttura messa a disposizione del Comune di Catania.Che fosse permesso loro di scendere a terra lo aveva chiesto la procuratore Caterina Ajello. Per i magistrati "elusi i diritti" dei minorenni non accompagnati a bordo della nave. Il Garante per l'Infanzia, "Nessun respingimento"
    (22 agosto 2018)
  • Migranti: Diciotti, Salvini sfida i pm di Agrigento, "Processatemi" -
    I magistrati ipotizzano i reati di sequestro di persona e arresto illegale in un'inchiesta a carico di ignoti. Il ministro, "Non sono ignoto". Martina, "Smettila di fare il bullo da quattro soldi". Conte, "Italia abbandonata"
    (22 agosto 2018)


comments powered by Disqus