Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Un 2009 “nero” per le imprese isolane
di Michele Giuliano

Oltre cinque mila i lavoratori “sommersi”, nove mila gli irregolari. Il 52 per cento delle aziende controllate non era in regola

Tags: Lavoro, Lavoro Nero, Giuseppe Librizzi



Gli ispettorati del lavoro hanno chiuso il 2009 ispezionando, direttamente sul campo, 7 mila 348 aziende. Il trend delle irregolarità è altissimo: sono ben 3 mila 901 le imprese irregolari, cioè vale a dire il 52 per cento. I dati sono forniti dall’Ufficio rilevazione dati dell’assessorato al Lavoro, retto da Giuseppe Librizzi.
In queste imprese irregolari sono stati trovati 5 mila 128 lavoratori in nero, cioè completamente sconosciuti al fisco, mentre sono stati 5 mila 462 quelli che in parte non avevano le carte in regola. Anche qui l’incidenza dell’irregolarità complessiva supera il 50 per cento se si considera che i lavoratori controllati complessivamente sono stati 19 mila 341. A livello di comparazione dei dati tra il 2008 e l’anno appena trascorso lo si può fare solo parzialmente.

“C’è un sistema di rilevamento diverso adottato dallo scorso anno – dice Librizzi – che consiste nel differenziare le aziende ispezionate sul campo da quelle invece che hanno subito un controllo attraverso attività d’ufficio, cioè la vigilanza prettamente amministrativa.
Quest’ultimo tipo di controllo è sicuramente molto meno incisivo. Per cui il dato complessivo del 2008 può trarre in inganno perché comprende entrambi i tipi di ispezione. In realtà i controlli sono addirittura aumentati”.
La vera comparazione la si può fare prendendo in considerazione il numero dei lavoratori in nero perché questo tipo di infrazioni le si possono riscontrare soltanto con ispezioni sul posto. “Infatti – aggiunge Librizzi – mentre nel 2008 ne sono stati scoperti 4 mila 676, nel 2009 invece sono saliti a 5 mila 128, segno di una crescita delle ispezioni rispetto all’attività svolta lo scorso anno dagli ispettorati”.

Articolo pubblicato il 02 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Sommerso e sicurezza fuori controllo -
    Lavoro. Ispezioni insufficienti lavoratori a rischio.
    Irregolarità. L’anno appena trascorso ha fatto segnare 7 mila 438 aziende ispezionate con un’altissima incidenza di irregolarità (un’impresa su due non in regola secondo l’attività svolta dagli ispettorati).
    Nuove forze. Formati 78 nuovi ispettori che si andranno ad integrare ai 257 che già erano in servizio nel 2009. Quindi un incremento del 30 per cento del personale.
    (02 febbraio 2010)
  • Ogni nuovo ispettore è costato 50.000 euro -
    Dovevano essere formati in 300 ma hanno finito il corso in 78. Il costo totale dell’operazione è stato di quasi 4 mln
    (02 febbraio 2010)
  • Un 2009 “nero” per le imprese isolane -
    Oltre cinque mila i lavoratori “sommersi”, nove mila gli irregolari. Il 52 per cento delle aziende controllate non era in regola
    (02 febbraio 2010)


comments powered by Disqus