Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le direttive. Sulle PM10 si è già in ritardo di 5 anni
di Rosario Battiato

Tags: Ambiente, Inquinamento, Unione Europea, Pm10



PALERMO - La direttiva sulla qualità dell’aria 2008/50/CE prevede che agli Stati membri possano essere concesse, a condizioni assai rigorose, proroghe per quanto riguarda il rispetto degli standard di qualità dell’aria per il PM10 (fino all’11 giugno 2011) e per l’NO2 e il benzene (fino al 2015 al massimo). Durante il periodo di proroga i valori limite continuano ad essere in vigore, ma ad essi si applica un margine di tolleranza. Nelle direttive europee 1999/30/EC e 96/62/EC, accolte nel DM 60 del 2 aprile 2002, la Commissione Europea ha fissato i limiti per la concentrazione delle PM10 nell'aria in due fasi. La prima si è chiusa il primo gennaio del 2005 e prevedeva un valore massimo per la media annuale di 40 µg/m³ e un valore massimo giornaliero di 50 µg/m³ ed un numero massimo di superamenti consentiti in un anno di 35 volte, mentre la fase 2, a partire dal 1° febbraio 2010, prevede 20 µg/m³ come valore massimo per la media annuale e 50 µg/m³ come valore massimo giornaliero ma solo 7 superamenti consentiti in un anno.

Articolo pubblicato il 09 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Ue: resa dei conti su aria inquinata -
    Ambiente. L’inquinamento nelle nostre città.
    La situazione. La Commissione europea per l’ambiente ha respinto la richiesta di proroga ai limiti sulla qualità dell’aria in alcune aree, tra cui la Sicilia. Dal primo febbraio la Regione non è più in regola.
    Il passato. Per anni l’amministrazione regionale si è disinteressata alla direttive in materia. Risultato? Si corre il rischio di subire una nuova procedura d’infrazione, mentre l’aria in alcune città rimane pessima.
    (09 febbraio 2010)
  • Le direttive. Sulle PM10 si è già in ritardo di 5 anni - (09 febbraio 2010)
  • Auto vecchie e numerose. Il trasporto pubblico latita -
    I gas emessi nella circolazione stradale tra le cause dell’inquinamento. Nelle nostre città assenti piste ciclabili e parcheggi scambiatori
    (09 febbraio 2010)


comments powered by Disqus