Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Palermo - Svolta sul fronte delle opere pubbliche
di Gaspare Ingargiola

Iniziative fondamentali per la viabilità cittadina e per tentare di dare una svolta all’occupazione. Si sbloccano i progetti su svincolo di via Perpignano, canale Boccadifalco e Acqua dei Corsari

Tags: Palermo, Opere Pubbliche



PALERMO - Parco di Acqua dei Corsari, svincolo Perpignano, canale Boccadifalco: si sbloccano i progetti di tre importanti opere pubbliche.
 
Quello più imponente riguarda un intervento fondamentale per la viabilità cittadina: lo svincolo di via Perpignano sulla circonvallazione. Il Comune ha finalmente pubblicato il bando di gara (rup Antonio Musso) per affidare la redazione del progetto definitivo ed esecutivo, del coordinamento della sicurezza e della direzione dei lavori. Il budget per il concorso progettuale è di 1,6 milioni mentre lo svincolo in sé costerà la bellezza di 34 milioni.
 
 
L’opera - imprescindibile per eliminare un “tappo” per la circolazione su viale Regione Siciliana - ha avuto una gestazione lunghissima, un autentico calvario. Basti pensare che il primo progetto definitivo risale addirittura al 2002 e all’epoca l’intervento sarebbe costato - come riporta una determina dirigenziale comunale del dicembre 2018 - “soltanto” 23,3 milioni. Nel 2005 il progetto esecutivo, a marzo 2007 l’appalto affidato alla Cariboni. Poco più di un anno dopo, però, a maggio 2008, il contratto è stato stracciato perché nel frattempo la ditta è fallita. Per di più a causa della risoluzione contrattuale c’è un contenzioso ancora pendente alla Corte di Appello di Palermo. L’ultima tappa nel 2016, quando Palazzo delle Aquile ha inserito l’opera nel Patto per Palermo. Il costo in questi anni è sensibilmente lievitato: 4,6 milioni dall’accordo con il Governo Renzi, 26,1 dai fondi ex Agensud, 2,4 milioni dal Cipe, 782mila euro dal Comune per un totale di quasi 34 milioni.
 
Il progetto dovrà essere aggiornato sulla base delle leggi attuali e dovrà ovviamente tenere conto del fatto che adesso sulla circonvallazione passa il tram. La gara per la progettazione si chiuderà l’8 marzo a mezzogiorno e il Cipe ha imposto che l’affidamento dei lavori (durata prevista 30 mesi) avvenga entro il 31 dicembre di quest’anno.
 
L’altro bando pubblicato di recente (rup Nicolò Asaro) riguarda i lavori di sistemazione e copertura del canale Boccadifalco nel tratto che attraversa l’abitato tra lo scatolare esistente e il Ponte su via San Martino all’altezza di via San Pietro. Il ponte sarà demolito e sostituito da un attraversamento nuovo di zecca, sarà realizzata una nuova rete fognaria e saranno sistemate le zone limitrofe al canale. L’importo della gara è di 672mila euro, i termini per la partecipazione scadono il 5 marzo alle 12.
 
La Regione Siciliana, infine, ha ammesso a finanziamento la messa in sicurezza del Parco Libero Grassi. L’area verde dovrebbe sorgere al posto dell’ex discarica di Acqua dei Corsari, la borgata marinara più a Sud del capoluogo siciliano. Si tratta di quasi 11 ettari che da anni aspettano di essere messi in sicurezza e su cui per lungo tempo si è discusso per la presenza di alcune sostanze inquinanti. Dopo i primi lavori di sistemazione, già effettuati, l’area è stata oggetto di un’analisi di rischio per verificare la contaminazione e l’eventuale pericolo per la fruizione umana.
 
Adesso la Regione Siciliana ha accettato di finanziare un progetto (per un importo di circa 11 milioni) che punterà alla piena fruizione dell’area: messa in sicurezza (barriere passive, membrane e strati di copertura per impedire infiltrazioni verso il mare), ripristino dei percorsi ciclo-pedonali, piantumazione di migliaia di essenze arboree.
 
“La Regione Siciliana - ha affermato in una nota l’assessore regionale al Territorio e Ambiente Toto Cordaro - in sinergia con il Comune di Palermo nella persona dell’assessore comunale all’Ambiente Sergio Marino, ha saputo tener fede agli impegni presi e dimostrato che la politica può davvero essere al servizio del territorio”.

Articolo pubblicato il 14 febbraio 2019 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus