Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Incompatibilità Consorzi Asi, si cambiano due liquidatori
di Michele Giuliano

La pronuncia dell’Anac dopo la richiesta di parere inoltrata dalla stessa Regione per i casi di Caltanissetta e Siracusa. Approvato emendamento al collegato dell’ultima Finanziaria che dividerà il territorio isolano in occidentale e orientale



PALERMO - Nuova nomina per i commissari liquidatori dei Consorzi Asi di Siracusa e Caltanissetta. Dopo aver richiesto il parere dell’Anac sull’argomento ed aver rilevato una concreta possibilità del sorgere di un conflitto di interessi, l’assessorato regionale delle Attività produttive ha deciso di cambiare e nominare nuove persone per le due diverse posizioni territoriali poste in liquidazione dopo la costituzione dell’Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive (Irsap), che va a sostituire i consorzi per le aree di sviluppo industriale.
 
Il consorzio di Siracusa avrebbe già dovuto essere liquidato, tanto che sono trascorsi più di 180 giorni, termine previsto per la chiusura delle operazioni. Per procedere alle attività era stato nominato Dario Castrovinci, dirigente di I fascia dell’Irsap, che ha nel suo curriculum la qualifica e l’anzianità necessari per ricoprire il ruolo che gli era stato affidato. Lo stesso Castrovinci ha però fatto presente la propria situazione di incompatibilità per la nomina effettuata, a seguito di un ricorso pendente presso il tribunale di Siracusa avanzato dallo stesso contro il Consorzio Asi in liquidazione. Pertanto, si è deciso di rimuoverlo dall’incarico e sarà sostituito in assenza di altri dirigenti nell'Ufficio periferico di Siracusa, da Paola Di Gregorio, funzionario direttivo dell'Irsap, che assume la legale rappresentanza della liquidazione.
 
Nomi diversi, ma stessa situazione per la liquidazione del Consorzio Asi di Caltanissetta, per il quale era stato nominato Giuseppe Sutera Sardo, dirigente di I fascia dell'Irsap, e che avrebbe dovuto già essere chiuso da tempo. Anche in questo caso, lo stesso Sutera Sardo aveva rappresentato in una nota inviata all’ufficio di competenza la propria situazione di incompatibilità per la nomina effettuata, a seguito di due ricorsi pendenti presso il tribunale di Caltanissetta avanzati contro il Consorzio Asi in liquidazione di Caltanissetta. In sua sostituzione, in assenza di altri dirigenti nell'Ufficio periferico di Caltanissetta, è stato nominato Salvatore Giammusso, funzionario direttivo dell'Irsap. Nella speranza di riuscire a procedere finalmente e completare la liquidazione.
 
Sull’argomento, proprio per snellire le procedure, è stato approvato un emendamento al collegato dell’ultima finanziaria, presentato dall'assessore regionale per le Attività produttive Mimmo Turano, che corregge la vecchia normativa che imponeva la scelta dei commissari tra dirigenti e personale dell'Irsap e delle stesse Asi. “Avevo promesso un intervento in questo settore - spiega Turano - perché la vecchia legge ci costringeva ad una anomala sovrapposizione tra controllori e controllati e a dover scegliere addirittura tra chi ha procedimenti giudiziari in corso anche per reati legati alle funzioni".
 
Con l’emendamento non saranno più necessari diversi commissari, ma l’intero territorio isolano sarà diviso tra occidentale e orientale. Secondo la norma i nuovi commissari liquidatori dovranno trasmettere con cadenza semestrale una relazione dettagliata sull'attività svolta all'assessore per le Attività produttive e all'assessore all'Economia per i controlli contabili e avranno 120 giorni di tempo per rilevare i beni immobili della Regione affidati in gestione a ciascuno consorzio, trasferire ai comuni le strade ad uso pubblico e le relative pertinenze e consegnare all'Irsap gli immobili dove hanno sede gli uffici dei consorzi Asi.

Articolo pubblicato il 26 febbraio 2019 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus