Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

La foresta, il "Monte sacro", le spiagge da sogno un paradiso in terra che rapisce ogni visitatore
di Nicoletta Fontana Conservo

Seconda parte del viaggio nel Borneo: dalle strade di Kota Kinabalu fino al meraviglioso Shangri-La Rasa Ria Resort

Tags: Borneo



Kota Kinabalu, affettuosamente chiamata KK dai locali, è la capitale del Sabah del Borneo malesiano. E prima di proseguire per una vacanza a tutto mare e relax è d’obbligo addentrarsi tra le sue vie per scoprirne le parti più autentiche.
 
Mercato filippono
 
Prima tappa il mercato filippino, per perdersi tra pesci essiccati, biscotti e frutta tropicale che si mescolano a maschere tribali, vasellame in iron wood e ceste in rattan. Un’occasione per acquistare qualche souvenir da portare con sé al rientro.
 
Moschea di Masjid Bandaraya
 
Fra le altre attrazioni che offre la città c’è la Moschea di Masjid Bandaraya, il Tempio buddista cinese Puh Toh Tze e la fangosa foresta di mangrovie che arriva sino al mare. A fine giornata è piacevole godersi lo spettacolare tramonto galleggiando nella piscina del roof top dell’Hotel Grandis. Soft drinks e musica dal vivo allietano ancora di più questo magico momento.
 
Il Monte Kinabalu
 
Kota Kinabalu è dominata dal Monte Kinabalu, dal quale prende il suo nome. Con i suoi 4.095 metri di altitudine rappresenta la vetta più alta di tutto il Sud-Est asiatico e il monte fa parte anche del Kinabalu Park, patrimonio dell’Unesco, immancabile meta per scalatori professionisti. Per i locali della tribù dei Kadazan Dusun, invece, questo è il “Monte sacro” da venerare. La storia narra che esso custodisca in sé gli spiriti degli antenati a protezione degli altri esseri viventi del luogo. Al solo guardarlo, si percepiscono tutta la sua potente energia e le forze shamaniche che lo animano. A soli trenta minuti di auto dal centro di KK si arriva allo Shangri-La Rasa Ria Resort, un paradiso non soltanto immaginario come quello sapientemente descritto da James Hilton nel libro “The lost horizon”.
 
La foresta pluviale domina alle spalle dell’hotel, che si affaccia su una spiaggia estesa a perdita d’occhio. Dai confortevoli lettini si può godere di un massaggio a richiesta, assicurato dai tanti professionisti che passeggiano tra la spiaggia e le piscine, in attesa di un piccolo cenno per iniziare un trattamento rilassante a sette stelle. A parte la Spa, un santuario che offre decine di amabili trattamenti, è molto piacevole rientrare in camera a fine giornata e godersi il tramonto, in tutta privacy, all’interno della vasca privata del terrazzo per il Bubble relax treatment agli oli essenziali.
 
La vasca per il Bubble relax treatment
 
La fatica di svegliarsi alle cinque del mattino per risalire la buia e fitta collina, adicente il Resort, accompagnati da una guida, viene ripagata nel momento in cui si arriva in cima. Lì il sole sorge tra un’infinità di sfumature di rosso, giallo e blu e apparirà davanti agli occhi degli esploratori dalle spalle del potente Monte Kinabalu. Uno spettacolo meraviglioso, che gli inglesi definirebbero stunning.
 
L’ottima colazione viene allestita davanti a questo incredibile panorama, mentre ogni forma di essere vivente inizia a cantare al nuovo giorno. Benvenuti in paradiso! Gli appassionati di golf possono mettersi alla prova al Dalit Bay Golf & Country Club, 18 buche circondate dai fiumi Tambalang e Mengkabong e la suggestiva veduta del Monte Kinabalu, ma è possibile godere anche di rilassanti passeggiate a cavallo sulla spiaggia.
 
 
E per la cena? Dipende dai gusti. Ogni giorno è possibile assaporare il meglio della cucina italiana, indiana giapponese e malese, grazie a ottimi chef capaci di soddisfare i palati più esigenti nei cinque ristoranti a tema presenti in questo magico luogo. Tra le tante emozioni di questo paradiso a cinque stelle, il più commovente è il saluto finale prima della partenza. Un coro dal vivo, cantato con la mano sul cuore, dallo staff del resort, per augurare un felice rientro a casa nella speranza di rivedersi ancora.
 
INFORMAZIONI
 
- Hotel Grandis www.hotelgrandis.com
 
(offer link per i lettori del QdS: http://bit.ly/NicFC1)

Articolo pubblicato il 12 marzo 2019 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus