Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Inattivo il 37 per cento di persone tra 15 e 64 anni
di Gaetano Cusimano

Sicilia insieme a Campania e Calabria rimane sempre più indietro. In Emilia, Trentino e Valle d’Aosta condizioni migliori



PALERMO - Il tasso di inattività delle persone tra i 15 e i 64 anni, dato dal rapporto tra le non forze di lavoro di quella fascia di età e la corrispondente popolazione, si è attestato al 48,8 per cento nella nostra regione contro il 37 per cento nella media nazionale.
In Italia i tassi di inattività più contenuti permangono in Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta, tutti minori del 30 per cento, mentre restano più elevati nelle regioni meridionali ed in particolare in Campania, Calabria e Sicilia.
A scala provinciale, il tasso di inattività risulta compreso fra il 52 per cento nella provincia di Caltanissetta ed il 41 per cento in quella di Ragusa, e cioè nelle stesse province nelle quali si registra il tasso più alto e rispettivamente più basso di occupazione. Tutte le grandi province del Mezzogiorno presentano nel 2008 tassi di inattività superiori al dato medio nazionale. Le tre province con i più alti tassi di inattività sono Napoli, Caserta e Crotone; quelle con i tassi più bassi si confermano Bologna, Modena-Reggio Emilia e Parma.
Anche nell’intero territorio nazionale le province con i tassi di inattività più bassi sono ancora una volta quelle con i valori più alti del tasso di occupazione. (gc).

Articolo pubblicato il 07 maggio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus
Tasso di occupazione e disoccupazione - anno 2008 (%)
Tasso di occupazione e disoccupazione - anno 2008 (%)