Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

All’Ars torna in Aula la legge sul Piano casa
di Raffaella Pessina

Restano solo 15 giorni per esitare i documenti della sessione di bilancio. Il ddl “Trasparenza” approda in prima commissione

Tags: Ars, Piano Casa Michele Cimino, Salvino Caputo



PALERMO - Torna oggi in aula il Piano casa sul quale si giocheranno le alleanze fra i partiti rappresentati all’Ars. I tempi di approvazione della legge comunque, al ritmo di una o due sedute alla settimana, si preannunciano piuttosto ristretti. Siamo infatti già alla fine di febbraio e nell’arco di 15 giorni la Commissione Bilancio dovrebbe esitare i documenti finanziari da far approvare al Parlamento entro la fine di marzo 2010. La commissione comincia questa settimana e sono previsti tre giorni di riunione: da oggi fino a giovedì di mattina e di pomeriggio se l’Aula lo consentirà. Vi sarà anche il tempo per ascoltare il rettore dell’università di Catania sulla situazione economico finanziaria dell’ateneo. Verrà ascoltato anche l’assessore per l’Economica Michele Cimino sullo stato di attivazione dei fondi europei, con particolare riferimento al Po Fesr 2007-2013, delle risorse programmate con il Par Fas Sicilia 2007-2013 e sulla complessiva situazione finanziaria e di bilancio. Previsto anche l’esame dei disegni di legge n. 374 ‘Credito d’imposta per l’occupazione’ e n. 512 ‘Credito d’imposta regionale per l’incremento dell’occupazione’.

La commissione Bilancio dovrà anche dare il parere sul disegno di legge sulla gestione dei rifiuti. Si tratta di un testo unico risultato della fusione di due disegni di legge il n. 525, presentato da Mpa e il n. 528 a firma Pd e che la Commissione Territorio e ambiente ha unificato. Sempre questo pomeriggio in Commissione Affari istituzionali verrà reso il parere sul disegno di legge sulla trasparenza amministrativa (n. 520). Questa mattina invece è prevista in Commissione Attività Produttive, l’audizione in merito alle problematiche dei lavoratori della Pae-Mas e al funzionamento dello scalo aeroportuale di Palermo. Alla audizione saranno presenti fra gli altri l’assessore alle Infrastrutture, Luigi Gentile e Vito Riggio, Presidente dell’Enac. “Dopo l’incontro della scorsa settimana – ha affermato Salvino Caputo – chiederemo al Governo di volere assicurare il mantenimento dei livelli occupazionali e il funzionamento dell’aeroscalo palermitano”. 

All’ordine del giorno anche l’esame del disegno di legge n. 517 (a firma Pd) sul riordino delle società partecipate dalla Regione.  Su questo disegno di legge si era già espresso l’assessore all’Economia Michele Cimino: “Auspico che tale contributo si inserisca in un quadro di chiara e fattiva collaborazione, per evitare inutili sovrapposizioni in una materia che, ritengo, ci trova tutti perfettamente d'accordo. Mi riferisco al ddl per il riordino delle 27 società partecipate che ricalca la normativa nazionale e comunitaria e riprende, in buona sostanza, gli accorpamenti e le liquidazioni approvate dal governo regionale nel piano di riordino deliberato dalla giunta regionale nel settembre 2008. Il piano di riordino, voluto dal presidente Lombardo, ha prodotto già i primi effetti, tra cui la messa in liquidazione del Ciem, di Sicilia-Innovazione Spa e di Risem Spa. Altre due Commissioni saranno riunite tra oggi e domani per esaminare i documenti finanziari nelle parti di competenza: si tratta delle Commissioni Sanità e Unione Europea.

Articolo pubblicato il 23 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus