Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Avvocati, assistenti sociali ed esperti di marketing selezionati senza considerare il personale interno
di Silvia Scardino

Le scelte delle amministrazioni sono giustificate con spiegazioni generiche, mentre la legge richiede espressamente motivazioni ampie e dettagliate. I compensi sono spesso riconosciuti in maniera forfettaria, senza nessun aggancio con parametri oggettivi

Tags: Enti Locali



PALERMO - Nel corso dell’indagine, la Corte dei conti ha ricordato pure che l’articolo 89 del decreto legislativo 267 del 18 agosto 2000 (testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali) ha fissato: “in conformità a quanto stabilito dalle disposizioni vigenti, i limiti, i criteri e le modalità per l’affidamento di incarichi di collaborazione autonoma, che si applicano a tutte le tipologie di prestazioni...”.

Sulle consulenze del 2007 nei Comuni siciliani capoluogo di provincia, i magistrati contabili hanno evidenziato che ad Agrigento, una determinazione del sindaco ha affidato a un biologo l’analisi delle falde acquifere senza avviare metodi comparativi per l’ingaggio e con un compenso di 33 mila euro senza riferimento ad alcuna tabella professionale. La Corte ha contestato agli amministratori della città dei Templi anche la nomina di un legale per un parere, corrispondendo poi una parcella di 20 mila euro.

Anche per Caltanissetta l’attenzione dei magistrati si è concentrata sulla nomina di un avvocato (del quale non è stato chiarito il compenso) per un contenzioso tributario, nonostante l’esistenza di un collegio legale comunale.
La nota per Enna è stata sulla nomina di consulenti per il miglioramento della cultura organizzativa, dai quali non sono stati documentati gli obiettivi raggiunti. Contestato anche l’ingaggio di un esperto per la tenuta della contabilità Iva, mansione che rientra nei compiti ordinari dell’amministrazione.

A Ragusa le irregolarità riscontrate nel 2007 hanno contemplato gli incarichi per assistenti sociali e per varie prestazioni per non meglio identificate ricerche. Un’altra osservazione è stata per l’incarico di coordinatore dell’ufficio marketing della Pubblica amministrazione affidato ad un soggetto privo di titolo di studio specifico. Anche il conferimento di un incarico a un coordinatore di un gruppo di lavoro finalizzato alla creazione di un’Agenzia di sviluppo economico, razionalizzazione e informatizzazione degli uffici comunali di Siracusa è stato vagliato dai giudici di via Notarbartolo. Dagli atti è emerso che la retribuzione è stata di 25 mila euro per 5 mesi e che l’esperto era già stato impegnato nel 2006. Valutata altresì la nomina di due commercialisti per una perizia sulla consistenza delle partecipazioni azionarie nella società che gestisce il servizio idrico.
I giudici hanno invece controllato, per Trapani, la designazione di un avvocato esterno, chiamato per colmare le lacune in organico dell’ufficio legale di Palazzo Cavarretta.

I risultati complessivi dell’indagine sui 9 capoluoghi di provincia, hanno indicato collaborazioni esterne non sempre conferite in base ai presupposti normativi e come talora non si tenga conto del personale interno disponibile, giustificando ciò con una spiegazione generica, mentre è espressamente richiesta una motivazione ampia e dettagliata. Inoltre, non sono state quasi mai attuate le procedure comparative imposte dal legislatore. è pure affiorato che spesso i compensi sono stati conteggiati forfettariamente, senza agganci con parametri oggettivi.

Articolo pubblicato il 26 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Comuni, milioni in pasto ai clientes -
    Enti locali. Troppe spese correnti e investimenti irrisori.
    Finte necessità. I giudici contabili hanno evidenziato la genericità dei compiti assegnati, così come la totale mancanza di valutazioni selettive richieste dalle leggi in materia.
    Suggerimenti. Lo scopo dell’esame era anche quello di identificare le soluzioni per aiutare le amministrazioni a comprimere la spesa avvalendosi delle professionalità in organico.
    (26 febbraio 2010)
  • Avvocati, assistenti sociali ed esperti di marketing selezionati senza considerare il personale interno -
    Le scelte delle amministrazioni sono giustificate con spiegazioni generiche, mentre la legge richiede espressamente motivazioni ampie e dettagliate. I compensi sono spesso riconosciuti in maniera forfettaria, senza nessun aggancio con parametri oggettivi
    (26 febbraio 2010)


comments powered by Disqus

´╗┐