Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Metropolitana, nuovi intoppi e ritardi che si accumulano
di Melania Tanteri

Gaetano Tafuri, commissario Fce, denuncia “l’ingiustificato smantellamento dell’Ufficio Tecnico”. La sospensione dei lavori a causa di una falda acquifera più grande del previsto

Tags: Metropolitana, Ritardo, Lavori, Viabilità, Trasporti



CATANIA - Restano sospesi i lavori relativi alla tratta in costruzione della metropolitana, quella che va da piazza Giovanni XXIII a piazza Stesicoro. Un imprevisto avrebbe infatti costretto all’interruzione anche se, assicurano dalla Ferrovia Circumetnea, le operazioni di scavo riprenderanno quanto prima.

All’origine dell’intoppo, la presenza di una grande quantità di acqua, dovuta all’esistenza di una falda più consistente rispetto a quelle trovate durante gli scavi, proprio nel tratto della galleria sotterranea, in un punto in discesa. Durante le operazioni di scavo, connesse alla realizzazione della vasca di “aggottamento” delle acque, dal lato proprio di piazza Stesicoro, infatti, litri di acqua al secondo si sono riversati in galleria, impedendo di fatto la prosecuzione delle operazioni.
“Nulla di grave e di cui preoccuparsi  - affermano dalla Fce - ma che ha richiesto una immediata sospensione delle lavorazioni direttamente interessate al fenomeno”.
L’imprevisto, farà dunque slittare “ma solo di una trentina di giorni” – assicurano - l’inizio dell’intervento per la costruzione del mezzanino ovest, il secondo corridoio sotterraneo che collegherà gli ingressi della metropolitana in superficie con la galleria sotterranea.

Dopo un confronto tra i tecnici, sono comunque partiti immediatamente gli interventi specialistici di impermeabilizzazione più massiccia della parte di galleria interessata terminati i quali si provvederà a drenare l’acqua accumulata.
“In questi ultimi anni, prima del nostro arrivo – ha spiegato il commissario governativo della Fce Gaetano Tafuri - abbiamo assistito al progressivo, quanto ingiustificato smantellamento dell’Ufficio tecnico che ha determinato l’impossibilità di programmare e quindi di intervenire rispetto a criticità che, comunque, possono verificarsi quando si scava ad una certa profondità”.

“È chiaro che lavori così consistenti – continua - necessitano di un’organizzazione e un impiego di risorse lavorative capillare”.
Inevitabili, comunque, i ritardi nella consegna della tratta, fondamentale per la  mobilità della città di Catania. Allo stato attuale, infatti,  è in esercizio una tratta di ferrovia metropolitana lunga 3,8 chilometri; secondo il progetto, questa sarà ampliata mediante quelle  in fase di realizzazione: Galatea-Giovanni XXIII, Borgo-Nesima e Giovanni XXIII-Stesicoro, facendo raggiungere alla linea metropolitana la lunghezza complessiva di circa 8.8 km.

Articolo pubblicato il 27 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Parte della galleria della tratta Stesicoro - Giovanni XXIII
Parte della galleria della tratta Stesicoro - Giovanni XXIII
Acqua nella galleria della metropolitana
Acqua nella galleria della metropolitana


´╗┐