Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sono poche le basi certe per lÂ’efficienza dei servizi
di Michele Giuliano

Leanza annuncia un nuovo assetto degli sportelli, ma il presente è opaco. La dg Carrara: “Siamo in fase di monitoraggio dell’attività”

Tags: Lavoro, Lino Leanza



Nessuna riforma ma solo qualche aggiustamento.
Lo afferma l’assessore regionale al Lavoro, Lino Leanza, in merito ai servizi offerti dalla Regione per far incontrare la domanda e l’offerta di lavoro. “Gli Sportelli multifunzionali hanno una nuova impostazione – assicura Leanza – secondo la quale dovranno attivare ciascuno, in un anno, almeno 5 mila contatti. Poi alla fine dell’anno faremo una verifica per vedere se questi obiettivi sono stati raggiunti”. Tecnicamente entra nel merito del funzionamento del sistema la Dirigente del Servizio I, Loredana Carrara.
“Dal nostro Dipartimento – afferma – viene fatto un censimento delle offerte di lavoro sulla base dei dati che vengono direttamente raccolti dai nostri 252 Sportelli multifunzionali. Sul numero delle offerte presenti attualmente non so rispondere anche perché siamo proprio in fase di monitoraggio dell’attività”. Una banca dati di chi cerca lavoro già c’è: “Le competenze delle persone in cerca di lavoro – aggiunge la Carrara – vengono certificate dagli operatori allo Sportello. Loro raccolgono ogni informazione del lavoratore attraverso i curriculum che tra l’altro vengono inseriti anche on line nel nostro portale Bacheca lavoro. In questo modo il datore di lavoro ha un’informazione completa ed esaustiva del potenziale bacino cui fa riferimento e sull’acquisita professionalità”. Infine viene smentito il fatto che in realtà Sportelli e Cpi sono strutture sovrapposte:
“è fin troppo riduttivo – precisa la dirigente - parlare solo di incontro tra domanda ed offerta di lavoro: gli sportelli garantiscono molti più servizi. Gli Sportelli fanno accoglienza ed informazione, consulenza, orientamento, follow-up, rivolto non solo ai disoccupati ma anche alle aziende”.

Articolo pubblicato il 06 marzo 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • 1.800 regionali, inutili cercalavoro -
    Lavoro. Domanda e offerta restano scollegate.
    Il “Carrozzone”. La struttura della Regione che si occupa del lavoro è di 2 mila persone, tanto quanto il 60% dell’intero parco dei dipendenti della Regione Lombardia.
    Obiettivi mancati. Il rapporto Isfol 2009 rileva come solo 8,5% dei soggetti che hanno fatto ricorso ai Centri per l’impiego ha ottenuto opportunità di lavoro, contro il 19,1% del Nord.
    (06 marzo 2010)
  • Sono poche le basi certe per lÂ’efficienza dei servizi -
    Leanza annuncia un nuovo assetto degli sportelli, ma il presente è opaco. La dg Carrara: “Siamo in fase di monitoraggio dell’attività”
    (06 marzo 2010)
  • Rafforzare la sinergia tra pubblico e privato -
    Il Cpi di Catania lavora per migliorare l’incontro tra domanda e offerta. Intesa con Apindustrie per potenziare la Bacheca lavoro
    (06 marzo 2010)


comments powered by Disqus