Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Carburanti, stangata alla pompa. Listini benzina “fuori controllo”
di Giuseppe Bellia

Dati allarmanti giungono dai rilevamenti del 12 marzo scorso effettuati dal Quotidiano Energia. Il divario nei prezzi con Lombardia, Piemonte e Veneto non si rimargina

Tags: Carburante, Prezzi



PALERMO - Nuovo appuntamento con le rilevazioni effettuate dal Quotidiano Energia sui prezzi al distributore dei carburanti nell’Isola.
E’ una settimana dei record (dati censiti il 12 marzo scorso) quella appena trascorsa, secondo quanto riportano i dati dalla fonte sopra citata, sull’andamento dei listini nell’Isola. Se i prezzi medi nazionali sono aumentati qualche millesimo, i rincari in Sicilia sono stati piuttosto consistenti.

Benzina
Prezzo medio nazionale rilevato per la benzina lo scorso 12 marzo 1,353 € (l’otto marzo scorso era 1,351 €).
I rincari fatti registrare in poco più di quattro giorni nell’Isola sono rilevanti per le “tasche” dei siciliani.
Il “picco” d’aumento spetta all’Agip (1,426 €), listino “lievitato” di 56 millesimi (il precedente era di 1,370 €).
Segue la Esso (1,391 €), aumento più contenuto (il precedente 1,381 €). Fra le compagnie petrolifere censite, il prezzo più alto è stato dell’Ip (1,437 €). Non bastassero gli aumenti di diversi millesimi, la “forbice” di prezzo invece di assottigliarsi aumenta con le altre regioni.
Tutte le compagnie petrolifere censite lo scorso 12 marzo hanno fatto registrare listini più alti di regioni ben più ricche in termini di ricchezza di Pil. Veneto, Lombardia, Piemonte, solo per citare alcune fra le regioni prese a confronto, hanno fatto rilevare listini più bassi rispetto a quelli isolani.

Diesel
Prezzo medio nazionale registrato lo scorso 12 marzo 1,184 € (precedente rilevazione 1,183 €), pertanto è rimasto sostanzialmente invariato.
Nonostante ciò, i rincari effettuati dalle compagnie petrolifere non si sono fatti attendere.
Alla compagnia Ip, (analogamente al picco fatto registrare per la benzina) spetta il “salasso” settimanale per il diesel. Prezzo più alto addirittura di più 1 centesimo rispetto ai listini censiti nell’Isola. Seguono Agip (1,259 €) e Q8 (1,238 €).
Fra quelli censiti, il più economico è il listino Esso (1,216 €).
Nonostante il prezzo medio sia aumentato di 1 millesimo, il divario con le altre regione è aumentato. Il caso limite è rappresentato dalla compagnie Ip, il cui listino per il diesel in Lombardia , rispetto a quello isolano, è più caro di un centesimo e 87 millesimi. Una “forbice” prezzo giunta quasi alla soglia dei 2 centesimi al litro.

Gpl
Prezzo medio nazionale  censito lo scorso 12 marzo 0,648 €.
Per quanto concerne il gpl,  la compagnia Agip ha fatto registrare il listino più caro (0,699 €). Seguono Esso (0,686 €), indipendenti (0,685 €), ed Ip (0,684 €). Prezzo più economico fra quelli censiti è quello Esso (0,653 €).

Articolo pubblicato il 18 marzo 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto gpl, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto gpl, per regioni e compagnie petrolifere