Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il risanamento dell’Ente con obiettivi scadenzati
di Giuseppe Bellia

L’impronta nella nuova gestione commissariale del Consorzio. Il commissario: “I progetti sono stati inviati alla Regione”

Tags: Consorzio Autostradale Siciliane, Anas, Matteo Zapparrata, Antonino Germanà



MESSINA - Un’amministrazione straordinaria dell’Ente, all’insegna della trasparenza, del dialogo e un’agenda sui tempi desecuzione delle inadempienze.
Questi sono gli indicatori di gestione, stando ai fatti sino ad ora riscontrati, del commissario Matteo Zapparrata, che ha ottenuto anche una doppia fiducia gestionale ( Ciucci e Lombardo) nell’amministrazione del Consorzio. Gestione di cui dovrà rendere conto Zapparata, a fine mandato, all’assessorato regionale delle Infrastrutture e mobilità, Ente controllore.
“Stiamo già realizzando le opere di manutenzione e abbiamo redatto i progetti ha dichiarato Zapparrata - li abbiamo inviati alla Regione, non appena questi emanerà i decreti di finanziamento per le somme assegnate, noi faremo le opere”.

Dalle parole ai fatti. Ecco alcune delle deliberazione del Cas sotto lamministrazione Zapparrata: approvazione Regolamento per lamministrazione, la finanza e la contabilità del Cas, riaccertamento residui attivi e passivi anno 2007, approvazione Conto consuntivo dell’esercizio 2007 rielaborato alla luce dei rilievi formulati dall’organo di vigilanza. Approvazione bilancio preventivo dell’esercizio 2009 rielaborato alla luce dei rilievi formulati dall’organo di vigilanza.

Entro maggio il commissario dovrà procedere, fra laltro: alla definizione in sede di ministero dell’Ambiente per le autorizzazioni della valutazione di Via relativi agli svincoli di Alì Terme, Monforte, San Giorgio, Portorosa, Capo d’Orlando. E definire sempre la Via (sempre in sede di ministero dellAmbiente) per la variante dei lotti 6,7,8 dell’autostrada Siracusa – Gela (A18). Intanto il Cas ha consegnato all’assessorato regionale Infrastrutture e mobilità i progetti esecutivi che riguardano la segnaletica verticale (tratte Messina-Palermo e la Messina-Catania); le opere in verde (Messina-Catania); la sostituzione degli impianti di esazione (Messina-Catania); la sostituzione di barriere di sicurezza (Messina-Palermo e Messina-Catania), riferiti al piano straordinario per la messa in sicurezza delle autostrade Messina-Catania e Messina-Palermo.

Tutti i lavori sono stati finanziati per 18.850.000 dal Governo della Regione siciliana, su proposta dell’allora assessore ai Lavori pubblici, Nino Beninati.
Il Cas ha invece cofinanziato con propri fondi di bilancio le opere in verde della Messina-Catania, la sostituzione degli impianti di esazione delle due tratte e le barriere di sicurezza, mettendo a disposizione 4.987.680,26.

Articolo pubblicato il 19 marzo 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Autostrade, le gestioni del Cas di Messina -
    Mobilità. Gestione amministrativa contabile e finanziaria.
    Ultime dalla gestione. Dalla delibera n.85 del commissario Zapparata, risulta che il Cas ha inadempimenti per circa 163 mln di euro, fra mancati crediti Iva, rimborsi e riscossioni da Anas e dal ministero delle Infrasrutture.
    Storia tormentata. Diversi commissariamenti, contenziosi fra dirigenti e personale, scarsa manutenzione, pessimi rapporti con l'Anas. Sono alcuni degli indicatori della passata gestione del Cas.
    (19 marzo 2010)
  • Risorse umane allo sbando fra liti e assunzioni cicliche -
    La Cub e il commissario hanno denunciato lo stato del personale. Zapparrata fa ordine con l’adozione del decreto Brunetta
    (19 marzo 2010)
  • Il risanamento dell’Ente con obiettivi scadenzati -
    L’impronta nella nuova gestione commissariale del Consorzio. Il commissario: “I progetti sono stati inviati alla Regione”
    (19 marzo 2010)


comments powered by Disqus