Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Le graduatorie regionali dei medici
di Antonio La Ferrara

Per l’anno 2009 pubblicato sul Supplemento ordinario della Gurs n. 19/09 il decreto assessoriale del 30 aprile. Utilizzate dall’assistenza primaria alla continuità assistenziale, all’emergenza sanitaria territoriale

Tags: Sanità, Gradutoria, Medici



PALERMO - Il 30 aprile 2009, nel supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 19, è stato pubblicato il decreto 10 aprile 2009 con il quale sono state approvate le graduatorie definitive di medicina generale relative ai settori di assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale, valide per l’anno 2009, redatte secondo i criteri di cui all’accordo collettivo nazionale di medicina generale 23 marzo 2005.

Il predetto accordo, che riguarda la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, prevede infatti che i medici da incaricare per l’espletamento delle attività di settore disciplinate dall’accordo stesso sono tratti da graduatorie per titoli, una per ciascun settore (assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale) predisposte annualmente a livello regionale. Inoltre, in premessa, è specificato che ai fini dell’inserimento nelle graduatorie di settore, i medici devono essere iscritti all’albo professionale e possedere l’attestato di formazione in medicina generale o titolo equipollente.

Un caso a parte è  l’inserimento nella graduatoria di settore relativa all’emergenza sanitaria territoriale per la quale i medici devono essere altresì in possesso, alla scadenza del termine di presentazione delle domande, dell’attestato di idoneità all’esercizio delle attività di emergenza.
La premessa del decreto evidenzia altresì che gli incarichi di sostituzione e provvisori di medicina generale vengono conferiti prioritariamente ai medici inseriti nelle relative graduatorie di settore, secondo l’ordine delle stesse e con priorità per i medici residenti nell’ambito dell’azienda.

Il decreto stabilisce inoltre che i medici inseriti nelle graduatorie di settore, che intendono concorrere all’attribuzione di incarichi provvisori e di sostituzione in Aziende unità sanitarie locali diverse da quella di propria appartenenza, devono comunicare alle stesse la propria disponibilità entro 30 giorni dalla pubblicazione dello stesso decreto. Le aziende unità sanitarie locali, a loro volta, per quanto concerne l’assegnazione degli incarichi di sostituzione e provvisori interpelleranno prioritariamente i medici residenti nell’ambito dell’azienda stessa e, successivamente, i medici residenti in aziende diverse che abbiano comunicato la propria disponibilità.

La definizione delle predette graduatorie definitive di medicina generale relative ai settori di assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale saranno utilizzate per l’assegnazione delle rispettive zone carenti individuate alla data del primo marzo e del primo settembre 2009, nonché per l’attribuzione degli incarichi provvisori e di sostituzione.

Articolo pubblicato il 12 maggio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐