Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La difesa. Il dirigente Anzà: “Tutela dell’aria ora siamo in regola”
di Giuseppe Bellia



PALERMO – Un passato inadempiente, un futuro di riscatto, con una programmazione attenta a conseguire ogni obiettivo in materia di tutela dell’aria. Nella stessa memoria, l’apparato amministrativo della Regione Siciliana, punta ad una svolta, dopo 4 procedure d’infrazione comminate dall’Ue.
“Oggi, a seguito del lavoro svolto nei mesi passati, la Regione risulta in linea con la normativa vigente per quanto riguarda i seguenti adempimenti”, scrive il dirigente del servizio 3 dell’assessorato all’Ambiente Salvatore Anzà. “L’adozione della Valutazione preliminare della qualità dell’aria ambiente per il territorio regionale; l’adozione dell’Inventario regionale delle emissioni, l’adozione della Valutazione della qualità dell’aria ambiente per il territorio regionale, l’individuazione delle zone nelle quali i livelli di uno o più inquinanti comportano il rischio di superamento dei valori limite e delle soglie d’allarme “A questi atti, si aggiungono i Piani d’azione delle Province, di prossima adozione”.

Articolo pubblicato il 14 maggio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • L’Ue boccia l’ambiente in Sicilia - Ambiente. Il “record” poco invidiabile.
    Sette anni. Dal 2002 ad oggi la Sicilia è finita più di una volta nel mirino della Corte di giustizia e Commissione europea per le troppe e continue inadempienze a norme di materie ambientali.
    L’attualità. La maggior parte dei rilievi ufficiali riguarda le emissioni atmosferiche, l’ultima la “non conformità” di circa 90 discariche dei rifiuti. La Regione rischia pesanti sanzioni. (14 maggio 2009)
  • La difesa. Il dirigente Anzà: “Tutela dell’aria ora siamo in regola” - (14 maggio 2009)
  • Inquinamento atmosferico in Procura e Corte dei conti - La risposta a un’interrogazione presentata dal deputato Marinese (Pdl). Eventuali responsabilità, “la Regione ha trasmesso gli atti” (14 maggio 2009)
  • La Regione ammette: “Norme disapplicate” - La replica a un’intervento dell’on. Vitrano (Pd) sulla qualità dell’aria. “Direttiva del ‘96 ignorata, l’amministrazione ne risponde” (14 maggio 2009)


comments powered by Disqus