Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Albergatori e tour operator crescano in responsabilità
di Gian Andrea Costa

Tags: Marco Salerno, Turismo, Sport, Spettacolo



L'efficacia dell'operato di un assessorato si traduce in termini di crescita del Pil. Quello siciliano è rimasto fermo da quarant'anni e il settore turistico ne rappresenta solo il 10%. Come sta operando in questa direzione il suo dipartimento?
”Il Pil è senza dubbio il primo e più importante approccio per risolvere il problema della crescita di un territorio, ma ritengo non sia l'unico. Come cittadino, mi sono stanco di non vedere risultati concreti ed è anche per questo che voglio lavorare per un miglioramento significativo del territorio in cui vivo. Ma occorrono, per raggiungere lo scopo, significative leve finanziarie, economiche e sociali. E per questo obiettivo il settore turistico rappresenta un importante tassello.
Il turista moderno ha nuove esigenze e cerca una qualità elevata.
Ci si improvvisa turisti anche durante occasioni lavorative, per fare un esempio, e questo comporta un accrescimento della consapevolezza. Si pretende adesso un approccio non soltanto ambientale, ma anche conoscitivo del tessuto sociale che si va a trovare. Ne conseguono responsabilità maggiori per albergatori e tour operator a fronte di prezzi che devono risultare congrui. Queste problematicità, che da tempo tocco con mano, evidenziano un turismo trasversale e quasi totalizzante all'interno dei comuni o delle città metropolitane.
Possiamo profondere i nostri sforzi nell'organizzare milioni di eventi, ma rimane la difficoltà di raggiungere il luogo desiderato, per non parlare del semplice parcheggio di un'autovettura.
Finora si è pensato di mettere in mano ai governi grandi azioni di programmi regionali che poi alla fine, ammettiamolo, si sono ridotti a una mera lista della spesa”.

Articolo pubblicato il 31 marzo 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus